rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Calcio

LFA Reggio Calabria, Trocini alla vigilia del Canicattì: "La squadra deve dare un segnale"

Le parole del trainer amaranto in vista del match sul campo del Canicattì, che disputa le gare interne a Ravanusa: "La società interverrà sul mercato"

Bruno Trocini, tecnico della Reggio Calabria, ha parlato alla vigilia del match di Ravanusa contro il Canicattì:

"Con i ragazzi abbiamo parlato e analizzato, abbiamo lavorato in silenzio e nella maniera giusta. Abbiamo toccato alcune cose che non andavano, sortto l'aspetto comportamentale. Mi aspetto una reazione da parte della squadra. Il mio intento è sempre quello di proteggere la squadra, poi ovviamente avviene un confronto dentro lo spogliatoio. Secondo me oggi i ragazzi devono reagire e dimostrarsi all'altezza della maglia. All'interno dello spogliatoio abbiamo messo in chiaro alcune cose".

Sulla conferenza di Ballarino: "Sono consapevole della sua fiducia, ma sono consapevole che i risultati devono cambiare e mi prendo questa responsabilità".

Poi si sofferma sulle disponibilità: "Zanchi e Porcino sono a disposizione, ci daranno una grossa mano. Non abbiamo Barillà e Rosseti, oltre a Zucco che in settimana ha avuto un problema muscolare".

Mentre per quel che riguarda il percorso casalingo il tecnico ribadisce: "Non ne faccio una questione tattica, ma anche di personalità. Abbiamo pagato in casa una questione di mancanza di cattiveria. Sono convinto che riusciremo ad invertire questa rotta, il Granillo è casa nostra e non possiamo fare brutte figure".

Sul mercato: "C'è un confronto con la società, sicuramente ci saranno dei movimenti in uscita e in entrata. Sappiamo dovwe intervenire, anche se è chiaro che primo obiettivo è quello di fare risultati. Ricci? Lui voleva essere protagonista e voleva giocare, ha pagato più di altri un impatto non ottimale. Quando ha iniziato a stare meglio, ha avuto qualche problemino. Poi lui ha chiesto di giocare di più e lo abbiamo lasciato andare".

Il mister si sofferma su Martinez: "Lui è un titolare, un leader, un riferimento per tutti noi. Soffre la situazione degli Under, dal mio punto di vista, anche se non scende in campo, è imprescindibile. Sta a me incastrare tutto per farlo giocare, Miguel è una persona intelligente e capisce, mi dispiace far passare però che in porta vada uno qualsiasi, Velcea non ha sfigurato, abbiamo due bravi portieri".

Sulle scelte: "Simonetta sta seguendo un percorso di crescita, sta lavorando in palestra e arriverà la sua occasione".

E infine sulle difficoltà: "Sapevo che era difficile, ma non così tanto. Abbiamo avuto numerosi problemi, partite ravvicinate, infortuni e arbitraggi così e così. In molti ruoli non abbiamo un doppione, perché materialmente non c'erano. Bisogna costruire una base forte per arrivare a essere protagonisti assoluti, con me o senza di me".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LFA Reggio Calabria, Trocini alla vigilia del Canicattì: "La squadra deve dare un segnale"

ReggioToday è in caricamento