Lunedì, 27 Settembre 2021
Sport

Cremonese-Reggina, la probabile formazione amaranto: da superare la difficoltà Covid

Alle 14 il fischio d'inizio. Assente lo squalificato Montalto e il positivo al Covid Situm. Attesa per il responso mattutino dell'ultimo giro di test, così da scongiurare altre positività

Il lavoro, quello che serve ad un allenatore per plasmare la sua squadra, non è certamente mancato nelle ultime due settimane. Una sosta inaspettata e forzata ha permesso a Baroni d’intensificare il suo piano di miglioramento della rosa sia dal punto di vista tattico quanto fisico e mentale.

Tutto molto interessante e produttivo, se non fosse per una nota stonata che ha macchiato l’intera fase d’avvicinamento alla prima di quattro finali per i playoff. La Reggina, alla vigilia della partita contro la Cremonese, si è vista bloccata causa positività al Covid di Mario Situm. Nessuna rifinitura, altro giro di tamponi (fortunatamente negativi) e partenza ritardata e quindi con disagio verso Cremona. Ci si poteva augurare di meglio e se non fosse già abbastanza, gli amaranto rimarranno col fiato sospeso fino a poche ore dall’inizio della sfida. Come da protocollo, infatti, il gruppo dovrà sottoporsi ad un altro giro di tamponi oggi stesso per scendere in campo con estrema sicurezza. Logorante e difficile attesa. Intorno alle 10 dovrebbe arrivare la notizia definitiva in merito alla negatività dell'intera spedizione calabrese in Lombardia, così da poter giocare la partita alle 14.

Proviamo ad accantonare il discorso Coronavirus per un attimo, concentrandoci così sulla probabile formazione. Mister Baroni, nonostante tutto, può giocarsi diverse soluzioni fino al momento e quindi le scelte da compiere sono molteplici, soprattutto dalla mediana in su. Da tenere presente gli indisponibili, ovvero gli infortunati Faty, Kingsley e Micovschi; il già citato Situm e lo squalificato Montalto. 

Difesa ben collaudata

reggina_vicenza di chiara 02-2

Siamo ad una specie di filastrocca, un po’ come in un calcio di altri tempi in cui le formazioni venivano annunciate così, tutte d’un fiato. Nicolas, Lakicevic, Stavropoulos, Cionek e Di Chiara. Portiere più quattro difensori, difficile ipotizzare altro. Vero che Loiacono e Dalle Mura in mezzo scalpitano, ma torneranno certamente torneranno utili con maggiore probabilità nell’ottica quattro partite in dieci giorni, così come Delprato a destra.

Centrocampo e attacco con ballottaggi

reggina_reggiana crimi 01-2

Archiviando la linea a quattro, passiamo alla mediana a due. Qui il titolarissimo è uno solo: Lorenzo Crisetig. Lo dicono i numeri e soprattutto quell’alternanza ormai consueta tra i suoi compagni Crimi e Bianchi. Proprio quest’ultima staffetta potrebbe far registrare un nuovo capitolo contro la Cremonese con il calciatore nato a Messina leggermente favorito. La gara resta, però, apertissima.reggina_reggiana edera 02-2

I tre dietro alla punta possono cambiare in base alla partita, l’avversario e i colpi di scena da gestire nell’arco dei 90 minuti. Chiaro, quindi, come i ballottaggi saltino fuori da ogni dove. L’unica certezze è Folorunsho, perché oggettivamente come si fa a togliere un giocatore come lui? Il trequartista c’è allora. E ai suoi lati? Sugli esterni Baroni ha dimostrato di scegliere di settimana in settimana a seconda di quanto visto in allenamento, ma stando alle ultime prestazioni sono due i giocatori che sembrano avere una marcia in più: Edera e Situm. Il secondo, come ben sappiamo, è però risultato positivo al Covid-19 e non è chiaramente della partita. Al suo posto Rivas, più di Bellomo e Menez, può sperare in una maglia da titolare.

reggina_reggiana denis-2

Veniamo all’attaccante, fondamentale come sempre per portare punti a casa perché uno è il suo compito principale: fare gol. Manca Montalto, come detto, e sono quindi forti le candidature degli altri due interpreti “puri” del ruolo: Okwonkwo e Denis. El Tanque si prepara per i 30 minuti finali, come da gestione del Baroni pensiero, il nigeriano invece sembra essere il prescelto dal 1’. La strada del falso nueve con Menez o Rivas lì davanti è rischiosa e, al momento, di difficile attuazione, ma eventuali sorprese bisogna sempre metterle in preventivo.

La probabile formazione della Reggina (4-2-3-1): Nicolas; Lakicevic, Stavropoulos, Cionek, Di Chiara; Crimi, Crisetig; Rivas, Folorunsho, Edera; Okwonkwo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cremonese-Reggina, la probabile formazione amaranto: da superare la difficoltà Covid

ReggioToday è in caricamento