rotate-mobile
L'intervento

Alloggi a vittime di violenza, soddisfazione di Agape ma "servono altri passaggi importanti"

Il presidente Nasone vuole coinvolgere nelle azioni a favore delle donne maltrattate anche Anci e la sede reggina dell'agenzia dei beni confiscati

La possibilità per le donne abusate di avere un alloggio dove essere al sicuro dalla violenza quando l'aggressione è tra le mura di casa, resa possibilità per iniziativa del presidente del consiglio regionale Filippo Mancuso e dell'Osservatorio regionale coordinato dall'avvocato Giusy di Pino, è stata salutata con apprezzamento dal presidente del Centro Comunitario Agape, Mario Nasone. L'associazione, nelle settimane scorse, si è fatta promotrice di una lettera aperta inviata alle istituzioni che hanno competenza in materia e firmata da trenta organizzazioni che nella Regione sono particolarmente attive nella tutela dei diritti delle fasce svantaggiate. L'assegnazione degli alloggi Aterp è un primo importante segnale di attenzione. Ma, spiega Nasone, "servono ora altri passaggi importanti che devono vedere coinvolti, tramite l'Anci, i comuni titolari nella assegnazione degli alloggi, compresa la città metropolitana di Reggio Calabria".

Un ruolo importante è chiamata a svolgere anche l'agenzia dei beni confiscati e sequestrati che, ricordano da Agape, "dispone di tantissimi alloggi che in atto sono inutilizzati e che potrebbero essere destinati a questa importante finalità sociale". A tale scopo l’Agape ha chiesto al direttore dell’agenzia dei beni confiscati e sequestrati, sede secondaria di Reggio Calabria, Massimo Nicolò, un incontro per avviare un tavolo tecnico che faccia un censimento dei beni disponibili e preveda delle procedure per le assegnazioni ai sensi della legge regionale n.20. Analoga richiesta è stata avanzata al delegato per i beni confiscati del Comune di Reggio Calabria, donsigliere comunale Francesco Gangemi. Conclude il presidente di Agape: "Chi si occupa di violenza di genere sa benissimo quanto sia importante per le donne che denunciano la violenza, ma anche per le forze dell'ordine che intervengono, avere la certezza di potere contare subito su un alloggio disponibile quando, per la loro tutela, sono costrette, assieme ai figli, ad allontanarsi dalla loro casa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alloggi a vittime di violenza, soddisfazione di Agape ma "servono altri passaggi importanti"

ReggioToday è in caricamento