rotate-mobile
Le nomine

Anassilaos, nascono i Centri studio: ecco i nomi dei responsabili

L'associazione culturale ha avviato il processo di riorganizzazione

Concluso il Premio e le attività che ne conseguono, ecco che l’associazione culturale Anassilaos ha deciso di avviare un processo di riorganizzazione interna che tiene conto dei risultati fin qui acquisiti con nuove nomine e la creazione di Centri Studio che hanno il compito di meglio rispondere e corrispondere alle necessità e ai problemi culturali di questo complesso momento storico tentando di fornire analisi e risposte.

La dottoressa Rosella Crinò assume l’incarico di vicepresidente del Premio Anassilaos e insieme di responsabile del Centro Studi per la condizione della donna “Emanuela Loi”, che sostituisce la sezione femminile di Anassilaos.

Nascono inoltre il Centro Studi per gli studi linguistico-letterari (responsabile la professoressa Francesca Neri, studiosa di letteratura e critico letterario); il Centro Studi per la Storia moderna e contemporanea “Rosario Romeo”, dedicato al grande storico italiano, studioso del Risorgimento e autore del Cavour e il suo tempo, insuperata biografia dello statista piemontese (responsabile il dott. Fabio Arichetta, Socio della Deputazione Storia Patria della Calabria, nonché della Società Napoletana di Storia Patria, dell’Istituto di Storia per il Risorgimento Italiano e della Società Italiana di Storia dell’Età Moderna); il Centro Studi filosofici “Aldo Capitini”, dedicato al filosofo perugino della non-violenza e della religione aperta (responsabile il Dott. Vincenzo Musolino, dottore di ricerca in “metodologie della filosofia” presso l’Università di Messina, vicedirettore dell’Istituto Superiore di Formazione Politico- Sociale “Mons. A. Lanza”, ente della Diocesi di Reggio Calabria).

Il Centro Studi per la cultura dell’architettura e del paesaggio (responsabile l’architetto Antonella Postorino, dottore di ricerca, assegnista di ricerca e ricercatore a contratto presso il Dipartimento Pau dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria nonché componente italiano della Architectural Education Commission dell’Union Internationale des Architectes).

Il Centro Studi Politici (responsabile l’avvocato Tito Tropea, già presidente di Anassilaos Giovani); il Centro Studi Scienze della Vita (responsabile il dottor Giuseppe Trombetta, dirigente medico di Psichiatria dell’Asp di Reggio Calabria).

La sezione poesia (responsabile la Prof.ssa Pina De Felice) assume la denominazione dei Centro Studi per la Poesia. I centri si affiancano alle sezioni storiche in cui si articola il sodalizio reggino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anassilaos, nascono i Centri studio: ecco i nomi dei responsabili

ReggioToday è in caricamento