Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Trent'anni dalla morte del giudice Scopelliti, il sindaco: "Giustizia per la famiglia e la comunità"

Giuseppe Falcomatà nel giorno dell'anniversario scrive su Facebook: "Giustizia per la nostra comunità e per una storia che ha ancora troppi tratti oscuri, sui quali è giunto il momento di di fare luce. Definitivamente"

"Oggi sono trascorsi esattamente 30 anni da quel tragico giorno in cui il giudice Scopelliti fu ucciso a Piale dalla mano assassina che voleva fermare le sue indagini. Una scia di sangue, un attacco al cuore dello Stato, che meno di un anno dopo colpì i suoi colleghi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino".

Lo scrive su Facebook il sindaco Giuseppe Falcomatà: "Nino Scopelliti, uno degli figli migliori della nostra terra, un uomo che ha fatto della giustizia la sua missione, e che ci lascia un'eredità morale immensa. In questi tre decenni è stato detto e scritto di tutto sulla sua morte. Ma è assurdo che dopo trent'anni non si sia ancora riusciti a scrivere una parola chiara e definitiva sui mandanti e gli esecutori del suo assassinio. 

In un momento cruciale per la vita della giustizia nel nostro paese, con una discussione sulla riforma del sistema giustizia in corso, soprattutto adesso, noi non ci stanchiamo di chiedere giustizia per Nino Scopelliti. Giustizia per la sua famiglia e per la nostra comunità, giustizia per una storia che ha ancora troppi tratti oscuri, sui quali è giunto il momento di di fare luce. Definitivamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trent'anni dalla morte del giudice Scopelliti, il sindaco: "Giustizia per la famiglia e la comunità"

ReggioToday è in caricamento