“Niente alcol agli adolescenti”: l’appello di Marziale dopo le segnalazioni di alcuni genitori

Il garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria fa affidamento al buon senso dei titolari dei locali e chiede più controlli intorno ai raduni giovanili

Un vero e proprio appello, quello lanciato dal garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, in vista dell’estate e delle tipiche “trasgressioni” fanciullesche dei ragazzi in vacanza.

“Mi rivolgo ai rivenditori di bevande alcoliche ed ai gestori dei locali estivi che gli adolescenti, scevri da impegni scolastici per la fine delle lezioni, hanno cominciato a prendere d’assalto per i loro divertimenti notturni – afferma il sociologo - affinché ad essi non venga somministrato alcol, contrariamente a quanto appreso dal mio ufficio in seguito ad alcune segnalazioni genitoriali. 

Faccio affidamento nei titolari dei locali, spronandoli al rigoroso rispetto delle leggi in materia – continua il Garante – e, in generale, sull’applicazione delle regole non scritte del buonsenso che ogni adulto dovrebbe praticare al cospetto di bambini e adolescenti”.

Marziale rivolge anche un appello alle istituzioni preposte al controllo del territorio, “affinché vogliano intensificare la loro presenza in prossimità di raduni giovanili di massa potenzialmente esposti a rischi. Se la prevenzione da sola non basta, allora il controllo diventa imprescindibile, soprattutto da parte degli stessi genitori”.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa nella serata finale di Festa Madonna: diverse persone finiscono in Questura

  • Inizio anno scolastico, mancata nomina assistenti disabili: l'intervento di Marziale

  • Assistenti educativi in protesta, Nucera: "Il servizio partirà dopo la prima settimana di ottobre"

  • Prende forma la Polisportiva Giulio Campagna, società pronta a durare nel tempo

  • Brancaleone, incidente tra auto e pulmino: un morto e due feriti

  • Stretta dei Nas sul territorio: sequestrata una clinica e locali chiusi in provincia

Torna su
ReggioToday è in caricamento