Cronaca

Indagine vigili urbani, Comune e comando: "Gravi circostanze ipotizzate"

Il sindaco Giuseppe Falcomatà, l'assessore Paolo Brunetti e il comandante della polizia locale stigmatizzano quanto contestato: "Comune parte lesa, se i fatti saranno confermati ci costituiremo parte civile"

"L'odierna indagine eseguita dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria fotografa uno spaccato inquietante sull'operato di alcuni agenti della Polizia Locale del Comando reggino. Circostanze gravi, da stigmatizzare con forza, certamente incompatibili con lo spirito e l'attività di servizio operata quotidianamente dai nostri agenti di polizia, e fortemente lesive dell'immagine e dell'onorabilità del Corpo e dell'intera Città".

E' quanto affermano in una nota il sindaco Giuseppe Falcomatà, l'assessore alla polizia municipale Paolo Brunetti ed il comandante del corpo Salvatore Zucco.

Concussione, due vigili urbani ai domiciliari e sette sospesi 

"Confidiamo in un rapido accertamento dei fatti, manifestando agli organi inquirenti la piena disponibilità alla collaborazione da parte dell'Amministrazione comunale e del Comando di Polizia Locale nella certezza che che sarà fatta piena luce sulle gravi accuse ipotizzate e sulle responsabilità, ovviamente differenziate, dei singoli indagati.

Se i riscontri giudiziari - concludono Falcomatà, Brunetti e Zucco - dovessero accertare la sussistenza delle accuse formulate, il Comune di Reggio Calabria si costituirà parte civile contro gli abusi riscontrati, al fine di tutelare l'immagine e l'integrità del lavoro di servizio del Comando nei confronti della comunità reggina". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine vigili urbani, Comune e comando: "Gravi circostanze ipotizzate"

ReggioToday è in caricamento