rotate-mobile
Cronaca Centro

Bambino si perde, rintracciato dai militari che lo riconsegnano alla madre

Gli uomini impegnati nella vigilanza della corte d'appello hanno sentito l'appello lanciato dalla polizia che era impegnata nelle ricerche

Nella tarda serata di ieri, una pattuglia di militari dell’esercito del raggruppamento “Calabria”, impegnata nell’operazione “Strade sicure” a Reggio Calabria, ha soccorso un bambino che si era smarrito.

La pattuglia, durante il servizio di vigilanza dinamica lungo il perimetro del tribunale e della procura generale di Reggio Calabria, ha notato un bambino di circa dieci anni che camminava solo nei pressi di piazza Castello, apparentemente disorientato.

I militari, avendo sentito dalla radio in dotazione che la polizia era alla ricerca di un bambino smarrito la cui descrizione corrispondeva a quello riconosciuto, si sono avvicinati al piccolo, tranquillizzandolo e provvedendo tempestivamente ad avvisare la sala operativa della questura.

Poco dopo è giunta sul posto, accompagnata dalle forze di polizia impegnate nella ricerca, la madre del bambino che ha potuto riabbracciare suo figlio, dopo aver ringraziato calorosamente i militari dell’esercito.

L’operazione “Strade sicure” si inserisce nel contesto del presidio del territorio, in concorso alle forze dell’ordine, che gli uomini e le donne dell’esercito impegnati garantiscono quotidianamente alla popolazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambino si perde, rintracciato dai militari che lo riconsegnano alla madre

ReggioToday è in caricamento