Lunedì, 22 Luglio 2024
La protesta

Scioperano medici e infermieri: a rischio interventi, esami e visite

Secondo le stime dei sindacati l'adesione sarà massiccia e potrebbero saltare 1,5 milioni di prestazioni. Le ragioni della protesta

Braccia incrociate per medici, infermieri, tecnici della sanità. Oggi, 5 dicembre, è il giorno dello sciopero nazionale di 24 ore del comparto proclamato da Anaao Assomed (maggiore sindacato degli ospedalieri, ndr), Cimo-Fesmed, Nursing Up. Sono 1,5 milioni le prestazioni che potrebbero saltare.

Sono a rischio tutti i servizi, compresi gli esami di laboratorio, gli interventi chirurgici (circa trentamila quelli programmati che potrebbero essere rinviati), le visite specialistiche (180 mila) e gli esami radiografici (50mila). Saranno in ogni caso garantite le prestazioni d'urgenza. 

Allo sciopero, sottolinea l'Anaao Assomed, possono comunque aderire tutti i medici, dirigenti sanitari, tecnici e amministrativi in servizio con rapporto a tempo determinato o indeterminato presso le Aziende ed Enti del sistema sanitario nazionale, compresi gli Irccs, Izs, Arpa, oppure "dipendenti delle strutture di carattere privato e/o religioso che intrattengono un rapporto di convenzione e/o di accreditamento con il sistema sanitario nazionale". 

Possono aderire anche i medici specializzandi assunti con il cosiddetto "decreto Calabria". Può scioperare anche il personale medico universitario che svolge attività assistenziale presso una Azienda Ospedaliera Universitaria. Per il comparto, può aderire tutto il personale sanitario non medico, afferente alle qualifiche contrattuali del comparto della sanità, operanti nelle Asl, nelle Aziende Ospedaliere e negli enti della sanità pubblica italiana.

Lo sciopero è stato indetto contro la Manovra e in particolare il taglio delle pensioni. Questi i nodi principali: assunzioni di personale, detassazione di una parte della retribuzione, risorse congrue per il rinnovo del contratto di lavoro, depenalizzazione dell'atto medico, cancellazione dei tagli alle pensioni. 

In occasione dello sciopero si svolgeranno manifestazioni in tutta Italia. I leader delle associazioni parteciperanno al Sit-in previsto a Roma in piazza SS Apostoli alle 11.30. Manifestazioni sono previste anche nel resto d'Italia. La protesta non si esaurirà con la giornata del 5 dicembre. Il 18 dicembre è infatti in programma un nuovo sciopero deciso dalle altre sigle.

Fonte Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scioperano medici e infermieri: a rischio interventi, esami e visite
ReggioToday è in caricamento