Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

In Calabria tolleranza zero contro gli incendi estivi: nuovi mezzi alla Protezione civile

Cerimonia alla Cittadella alla presenza del presidente Occhiuto. Sono 18 i pick-up 4x4 antincendio che verranno utilizzati per le emergenze sul territorio calabrese

Come già avvenuto, il governatore si affida anche per la stagione 2024 alla strategia "tolleranza zero" contro gli incendi. Per questo motivo, ieri, nel piazzale San Francesco di Paola della Cittadella di Catanzaro, il presidente Roberto Occhiuto, alla presenza dell'assessore regionale Gianluca Gallo e del direttore della Protezione civile regionale, Domenico Costarella, ha consegnato formalmente 18 nuovi mezzi pick-up 4x4 antincendio che la Protezione civile ha assegnato attraverso un bando alle organizzazioni di volontariato di Protezione civile iscritte all’albo regionale, in un’ottica di rafforzamento delle attività di contrasto agli incendi sull'intero territorio calabrese. Un diciannovesimo mezzo, fanno sapere dalla Regione, resterà, invece, in dotazione alla Protezione civile regionale.

Le parole del presidente Occhiuto

"Con l'assessore Gallo e il direttore generale Costarella - ha detto Occhiuto incontrando i giornalisti, come riporta l'Ansa - abbiamo pensato di investire una parte delle risorse del Por che non erano state investite negli anni passati per acquistare mezzi che potessero servire nella campagna antincendi che presenteremo fra poco. E' una campagna che si basa su molte iniziative di prevenzione, ma anche su iniziative di deterrenza e di repressione degli incendi. Questi mezzi verranno utilizzati dalle associazioni di protezione civile e di volontariato e solo uno rimarrà qui. E' un modo per dotare queste associazioni di mezzi più avanzati affinché possano svolgere più utilmente il loro lavoro".

La presentazione dei nuovi mezzi sui social: le immagini

"Devo dire - ha sostenuto Occhiuto - che senza l'impegno del personale di Calabria Verde e delle associazioni di volontariato e della protezione civile non basterebbero i droni, non basterebbe la deterrenza per combattere gli incendi, quindi il contributo di quelli che direttamente stanno sul territorio per noi è assai prezioso e per questo abbiamo voluto riconoscere loro il lavoro che svolgono dandogli anche gli strumenti per svolgerlo al meglio". Il governatore si è soffermato anche sul problema di ricambio generazionale per il personale del settore forestazione.

Piano antincendio boschivo (Aib) 2024

Dopo la breve cerimonia si è tenuta poi la riunione plenaria dei soggetti attuatori del Piano antincendio boschivo (Aib) 2024. All’incontro hanno preso parte i rappresentanti di Protezione civile, prefetture, Anci, Uncem, Province, Azienda Calabria Verde, vigili del fuoco, Anas e comando regione carabinieri e carabinieri forestali. Durante la riunione sono state analizzate le proposte per individuare strategie e iniziative in vista dell’approvazione definitiva del Piano antincendio boschivo (Aib) 2024.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Calabria tolleranza zero contro gli incendi estivi: nuovi mezzi alla Protezione civile
ReggioToday è in caricamento