rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Canile di Mortara dimenticato dal Comune, Caracciolo: "Struttura da valorizzare"

Il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale striglia l'amministrazione Falcomatà per aver mostrato troppo disinteresse per il canile

"Il canile comunale di Mortara deve essere valorizzato". E' perentoria Mary Caracciolo, capogruppo comunale di Forza Italia che striglia l’Amministrazione Falcomatà per aver mostrato troppo disinteresse verso la struttura. Ad oggi è d’obbligo rivolgere un grazie sentito al custode giudiziario, ai membri dell’associazione Dacci una Zampa e ai volontari che quotidianamente si spendono per i cani che si trovano nella struttura".

mary caracciolo-2Secondo il consigliere azzurro "sono troppe le dimenticanze del Comune, che avrebbe dovuto da ormai molto tempo svolgere e completare i lavori di adeguamento sulla struttura. Per questa ragione ho chiesto la convocazione di una apposita riunione nella Commissione controllo e garanzia, presieduta dal presidente Antonio Pizzimenti, al fine di sollecitare una pronta soluzione delle problematiche che insistono nella nota struttura reggina.

Alla riunione ha partecipato il garante per i diritti degli animali Mary Foti, che ha confermato le note difficoltà che presenta ancora ad oggi il canile di Mortara". Il mancato completamento dei lavori di adeguamento del canile è tra le cause principali del "non funzionamento in città del servizio di accalappiacani e quindi del fenomeno del randagismo.
Inoltre, appare sempre più difficile il mantenimento della struttura con una fognatura insita di problemi strutturali che crea non pochi dubbi igienici e con scarse provviste alimentari e scarsi strumenti primari, proprio per la pesante assenza del Comune.

L’Amministrazione Falcomatà pare aver dimenticato la struttura di Mortara, non individuando neanche un custode e non consentendo il pieno funzionamento di una struttura, che dovrebbe rappresentare il fiore all’occhiello della Città. Eppure quel canile riesce ad avere una percentuale elevata di adozione, grazie all’opera appunto dei sanitari e dei volontari, che il Comune dovrebbe sostenere poiché svolgono un lavoro di grande importanza per il nostro territorio". "Non è più procrastinabile il completamento dei lavori di adeguamento e la risoluzione dei problemi di gestione, - conclude Caracciolo - ne va non solo del benessere dei cani, ma dell’intera città".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canile di Mortara dimenticato dal Comune, Caracciolo: "Struttura da valorizzare"

ReggioToday è in caricamento