rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Le attività / Canolo

Conclusa la formazione per aspiranti operatori soccorso alpino

Le attività si sono svolte in località Scorciapelle nel comune di Canolo

Si è concluso nel pomeriggio di domenica 26 giugno, dopo due giorni di verifiche, l’iter formativo per l’ottenimento della qualifica tecnica di operatore di soccorso alpino (Osa), che permette di accedere alle qualifiche superiori secondo i piani formativi nazionali. Negli stessi giorni si sono svolte le verifiche per il mantenimento delle qualifiche per tecnici di soccorso alpino (Tesa) ed operatori di soccorso alpino (OSA).

Le attività si sono svolte in località "Scorciapelle" nel comune di Canolo, dove tecnici provenienti dalle stazioni di Soccorso alpino aspromonte, Catanzaro, Pollino e Sila Camigliatello del Soccorso alpino e speleologico Calabria (Sasc), sotto la supervisione dell'istruttore nazionale della Scuola nazionale tecnici (Snate) del Corpo nazionale
soccorso alpino e speleologico, Giancarlo Morandi, si sono impegnati in tecniche di movimentazione, manovre di soccorso, arrampicata e tecniche di trasporto barella in ambiente impervio. A fare da cornice all'evento formativo le bellissime pareti e il paesaggio incantevole delle Dolomiti del Sud, nel Parco Nazionale d'Aspromonte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conclusa la formazione per aspiranti operatori soccorso alpino

ReggioToday è in caricamento