rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
L'operazione / Palmi

I carabinieri in undici mosse danno scacco matto alle "Nuove leve"

Dalle prime luce dell'alba in corso un'operazione, fra Reggio Calabria e Latina, 7 indagati finiscono in carcere e 4 agli arresti domiciliari. Impegnata anche la procura dei minori

Il danneggiamento a colpi d’arma da fuoco di un’abitazione rappresenta la genesi dell’operazione “Nuove leve” scattata, alle prime luci dell’alba, nelle province di Reggio Calabria e Latina.  I carabinieri della compagnia di Palmi, coordinati dal comandante provinciale Marco Guerrini, stanno dando esecuzione a due correlate ordinanze applicative di misure cautelari personali, emesse dal gip presso il tribunale di Palmi e dal gip presso il tribunale dei minori di Reggio Calabria.

In tutto sono 11 i soggetti raggiunti dall’ordinanza - di cui 7 in carcere e 4 agli arresti domiciliari - che sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di danneggiamento aggravato, detenzione abusiva di armi e munizionamento, comuni e da guerra, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine, coordinata dalla procura di Palmi, diretta da Emanuele Crescenti, dalla procura dei minori di Reggio Calabria, diretta da Roberto Placido Di Palma, scaturisce dall’attività investigativa condotta dal Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Palmi da novembre 2021 ad agosto 2022, avviata a seguito di un danneggiamento con colpi di arma da fuoco avvenuto presso l’abitazione di una privata cittadina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri in undici mosse danno scacco matto alle "Nuove leve"

ReggioToday è in caricamento