rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
L'emergenza

Cinghiali, Coldiretti chiederà al prossimo governo di estendere periodo caccia

Il presidente nazionale Ettore Prandini: "Un flagello per i campi e per le tavole, serve un decreto urgentissimo"

"Al prossimo Governo chiederemo anche un decreto legge urgentissimo per modificare l’articolo 19 della legge 157 del 1992, ampliare il periodo di caccia al cinghiale e dare la possibilità alle Regioni di effettuare piani di controllo e selezione nelle aree protette". Ad annunciarlo è il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, in occasione dell'assemblea dell'organizzazione.

"E’ paradossale esser qui a rinnovare una richiesta che avrebbe dovuto essere oggetto di un decreto promesso qualche mese fa e rimasto lettera morta, ma siamo davvero fuori tempo massimo per dare risposte alle decine di migliaia di aziende che vedono ogni giorno il proprio lavoro cancellato dai 2,3 milioni di cinghiali proliferati senza alcun controllo e che rappresentano un pericolo per la salute e la sicurezza dei cittadini".

"Un flagello per i campi e per le tavole con la siccità che – sostiene Coldiretti – ha ulteriormente ad aggravato il deficit alimentare dell’Italia che produce appena il 36% del grano tenero che le serve, il 53% del mais, il 51% della carne bovina, il 56% del grano duro per la pasta, il 73% dell’orzo, il 63% della carne di maiale e i salumi, il 49% della carne di capra e pecora mentre per latte e formaggi si arriva all’84% di autoapprovvigionamento. Una situazione determinata soprattutto dai bassi compensi riconosciuti agli agricoltori che sono stati costretti a ridurre di quasi 1/3 la produzione nazionale di mais negli ultimi 10 anni durante i quali è scomparso anche un campo di grano su cinque con la perdita di quasi mezzo milione di ettari coltivati".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinghiali, Coldiretti chiederà al prossimo governo di estendere periodo caccia

ReggioToday è in caricamento