menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto d'archivio)

(foto d'archivio)

Rifiuti, Neri e Nocera: "Su organico situazione sbloccata, ma la precarietà è inaccettabile"

In mattinata i due rappresentanti politici che hanno effettuato un sopralluogo presso l'impianto di trattamento della frazione umida di Vazzano chiedono: "La Regione metta a disposizione dei Comuni conferimenti regolari"

"E' intollerabile che, in una fase di emergenza come questa, le istituzioni territoriali debbano lottare a testate per ottenere lo sblocco dei conferimenti di qualche tonnellata di rifiuti presso gli impianti regionali.
Per i prossimi giorni il problema è stato risolto, e quindi procederemo alla raccolta del pregresso, ma ora è necessario mettere mano alla filiera dei rifiuti altrimenti le difficoltà si riproporranno a breve. La Regione metta a
disposizione dei Comuni conferimenti illimitati, non possono essere i
cittadini a pagare le falle di un sistema pensato male e realizzato ancora
peggio". Lo affermano il consigliere delegato all'Ambiente
della Città metropolitana Antonino Nocera e
l'assessore comunale all'Ambiente Armando Neri. I due rappresentanti, questa mattina,
hanno effettuato, insieme al sindaco Giuseppe Falcomatà, un sopralluogo
presso l'impianto di trattamento della frazione umida di Vazzano, che
accoglie i rifiuti organici provenienti dal comprensorio metropolitano di
Reggio Calabria.
"Per ben 15 giorni non è stato possibile conferire la frazione organica
all'impianto di Vazzano - hanno spiegato Nocera e Neri - e così si è
ingolfato di fatto il sistema della raccolta differenziata e i mastelli
dell'organico sono rimasti pieni sotto casa dei reggini. E' una condizione
inaccettabile. Dopo un'interlocuzione con la società
privata che gestisce l'impianto di interesse regionale, in mattinata siamo riusciti a
sbloccare il conferimento di circa 40 tonnellate, consentendo ai camion di
Avr di svuotarsi e di ricominciare immediatamente la raccolta. Già da

oggi pomeriggio quindi si procederà alla raccolta del pregresso e
progressivamente, nei prossimi giorni, si auspica un ritorno alla
normalità. Ma non è possibile andare avanti con questo clima di
precarietà ed incertezza".
Nocera e Neri si aspettano che la Regione Calabria
metta mano a quest'assurda situazione che, soprattutto in questo momento
di emergenza, sta creando notevoli disagi ai cittadini che devono far
fronte ad un sistema di raccolta comprensibilmente claudicante proprio a
causa dell'impossibilità di conferire regolarmente presso gli impianti
regionali. Noi stiamo facendo tutto quanto è nella nostra disponibilità per
evitare disservizi. Nei prossimi giorni raccoglieremo tutto, ma serve un
impulso deciso per fare in modo che il sistema non si inceppi più".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nasce la "Fede Reggina", gioiello ispirato al lungomare Falcomatà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento