rotate-mobile
Il commento / Mosorrofa

Comitati di quartiere, Andidero: "Fondamentale tenere conto della voce dei cittadini"

Il presidente (Mosorrofa) auspica che il sindaco: "Si impegni ad accelerare l’iter per il riconoscimento dei Comitati nella competente commissione comunale"

"Abbiamo appreso dalla stampa, che a Palazzo San Giorgio c’è stato un incontro del sindaco Falcomatà con i Comitati di quartiere. Secondo quanto abbiamo letto, era finalizzato all’attuazione delle misure necessarie per la realizzazione degli Istituti di partecipazione popolare, nonché, delle attività idonee al funzionamento degli stessi Comitati. Correttamente, la nota riportava che la delegazione rappresentava solo i Comitati aderenti alla “Rete dei comitati.” Il comitato di quartiere Mosorrofa, non era presente all’incontro, né era rappresentato".

E' quanto afferma il presidente del comitato Pasquale Andidero che sottolinea: "Oltre un anno fa, in seconda Commissione, quando eravamo stati convocati sull’argomento, avevamo chiesto e ci era stato accordato, di poter partecipare alla stesura del documento. Adesso, consideriamo positivamente che il sindaco affermi "Siete parte integrante del Comune" e si impegni ad accelerare l’iter per il riconoscimento dei Comitati nella competente commissione comunale. Speriamo non si ricominci da zero, dopo l’annuncio dell’ennesimo cambio di presidenza della stessa.

Chiederemo al sindaco, - continua il presidente  -  quando convocherà le parti, di tenere conto della presenza del nostro Comitato. Noi riteniamo sia fondamentale, per un vero sviluppo e rilancio del vasto Comune di Reggio Calabria, tenere conto della voce dei cittadini, i soli che realmente conoscono i bisogni e vere necessità del territorio. Proprio per questo, riteniamo ormai improcrastinabile attivare e regolamentare la presenza dei Comitati di quartiere all’interno della struttura amministrativa comunale.

E’ necessario dare sostanza e peso alla ricchezza dei comitati, consentendo agli stessi di rappresentare adeguatamente i cittadini. Secondo l’ordinamento, anche un singolo cittadino può e deve essere ascoltato ma se si è ascoltati come comitati di quartiere bisogna realmente rappresentare le istanze dei cittadini. Noi, come Comitato di quartiere Mosorrofa, abbiamo chiesto l’inserimento del Comitato negli elenchi del Comune, producendo uno Statuto controfirmato da 80 cittadini di Mosorrofa e Sala di Mosorrofa che poi sono diventati 350.

Abbiamo fatto varie manifestazioni, dove il numero minimo di partecipanti era abbondantemente sopra i 200; siamo andati a Piazza Italia a manifestare in 350. Recentemente, abbiamo indetto una sottoscrizione per chiedere le dimissioni del sindaco e del Consiglio comunale raccogliendo oltre 600 firme di cittadini; 430 di questi, si sono detti disponibili a staccarsi dal Comune di Reggio Calabria. Aldilà della sostanza, dimissioni o distacco, ciò testimonia che il Comitato di Quartiere Mosorrofa, parla a nome dei cittadini.

Non scriviamo questo per vanagloria, anche perché, i risultati pratici non sono stati esaltanti. Vogliamo solo chiarire cosa intendiamo - conclude Andidero - quando affermiamo che il Comitato deve realmente rappresentare la cittadinanza. Riteniamo che questo, nel regolamento, debba essere inserito ed evidenziato. Chiudiamo questa nota, con la speranza che finalmente si scriva veramente una pagina nuova riguardo la partecipazione attiva dei cittadini alla buona amministrazione di questa città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comitati di quartiere, Andidero: "Fondamentale tenere conto della voce dei cittadini"

ReggioToday è in caricamento