menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, altri tre morti al Grande ospedale metropolitano: 101 i pazienti ricoverati

Il nemico invisibile ha ucciso tre uomini di 87, 85 e 71 anni, affetti da severe patologie concomitanti all'infezione. E' quanto riporta il bollettino della direzione aziendale del Gom

Non si arresta, purtroppo, l'onda dei decessi da Coronavirus al Grande ospedale metropolitano. Nelle ultime 24 ore, i sanitari hanno registrato altre tre vittime, che portano il drammmatico bilancio a 114 dall'inizio dell'emergenza pandemica. 

Il virus ha ucciso tre uomini di 87, 85 e 71 anni, affetti da severe patologie concomitanti all'infezione. E' quanto riporta la direzione aziendale del Gom che aggiunge "nella giornata di oggi, sono state 183 le persone sottoposte allo screening per Covid, tra queste 6 sono risultate positive al test". 

In seguito a 6 ricoveri e una dimissione, sono in tutto 101 i pazienti ricoverati in ospedale: 44 si trovano in degenza ordinaria nel reparto di malattie infettive, 33 in pneumologia, 20 in medicina d'urgenza e 4 in terapia intensiva. I degenti finora accolti dal Gom sono 553 (di questi, 6 hanno avuto un doppio ricovero per un totale di 559), mentre i clinicamente guariti sono 271 e quelli trasferiti ad altro ospedale sono 65. 

Le raccomandazioni

La direzione aziendale del Gom "continua a raccomandare il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, in particolare si ricorda di rispettare la distanza interpersonale nonché di tenere comportamenti sociali responsabili a tutela della salute di tutti. Per la prevenzione ed il monitoraggio del contagio è fortemente raccomandato utilizzare l'app "Immuni" promossa dal Ministero della Salute. Per informazioni o in caso di sintomi sospetti contattare il numero Verde 1500 ministeriale e il numero Verde 800 76 76 76 della Regione Calabria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento