rotate-mobile
Cronaca Motta San Giovanni

Coronavirus, il sindaco Verduci: "Paradossale il numero ufficiale dei rientri"

Per il primo cittadino di Motta San Giovanni l'elenco dei cittadini rientrati dal Nord fornito dalla Regione Calabria non è aggiornato, l'amministrazione ha attivato la Protezione civile sul territorio e provveduto a sanificare gli edifici comunali

“L’Amministrazione comunale sta prestando la massima attenzione e la comunità sembra aver capito, nonostante i disagi, l’importanza di rispettare le norme di comportamento imposte dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Regione Calabria e dal nostro stesso Comune”. È quanto dichiara il sindaco Giovanni Verduci, a margine di una riunione telefonica avuta con i responsabili di settore e i componenti del Centro Operativo Comunale per fare il punto sulle attività dettate a seguito dell’emergenza Coronavirus.  

Paradossale il numero ufficiale dei rientri

“Se prima era un invito a non uscire – continua il primo cittadino – adesso è un obbligo imposto dalla necessità di garantire la salute propria e, soprattutto, quella delle persone che ci stanno più vicine e che, magari, dovremmo avere più a cuore. Tranne alcuni casi specifici, nessuno può allontanarsi dalla propria abitazione e quanti hanno fatto rientro in Calabria nelle ultime settimane hanno l’obbligo di compilare una scheda censimento per il monitoraggio dei rischi da Coronavirus. La Regione Calabria ci ha trasmesso l’elenco di quanti si sono già registrati con destinazione Motta San Giovanni, ed è paradossale che questo elenco non superi le 25 unità”.

"Nessuno sia spavaldo"

“Nessuno di noi si può più permettere il lusso di essere superficiale o spavaldo – aggiunge Verduci – le conseguenze potrebbero essere gravi, ognuno deve fare la propria parte come stanno facendo tutte le Istituzioni con responsabilità. È attivo già dalla giornata di lunedì il Centro Operativo Comunale che ha sede presso la delegazione di Lazzaro e ha come compito quello di programmare, curare e coordinare le varie attività dirette a contenere e gestire l’emergenza”. 

I contatti ufficiali

Gli uffici comunali di Motta San Govanni, dove sono stati installati dispender di gel igienizzante, sono chiusi al pubblico ma lavorano a pieno regime e possono essere contattati tramite email: sindaco@comunemottasg.it o al numero 0965718104. Chiusa l’isola ecologica di località Comunia, sospese tutte le autorizzazioni per l’utilizzo dei locali comunali da parte delle associazioni, disposta la chiusura del Museo Leucopetra e distribuite locandine con i comportamenti da seguire. 

Protezione civile sempre attiva

“È attiva la Protezione civile “Garibaldina” – prosegue il sindaco - per assistenza non sanitaria alla popolazione in difficoltà. Telefonando allo 0965.718130 o al 3392944028 gli anziani soli, i diversamente abili o i soggetti comunque in stato di reale disagio a causa dell’isolamento possono contattare i volontari per l’acquisto di generi di prima necessità, ritiro di prescrizioni farmaceutiche e medicine”. 

sanificazione motta-2Sanificati gli edifici comunali

L’amministrazione comunale, poi, fa sapere che è stato già eseguito un intervento di disinfezione e bonifica ambientale presso gli edifici comunali, la struttura Asl di Motta e Lazzaro e i poliambulatori dei medici di famiglia. Venerdì saranno interessate tutte le scuole, quindi i luoghi pubblici, le piazze e le strade. 

Comunità sempre informata

“Tramite i mezzi di comunicazione istituzionale - continua Verduci - e grazie alla capacità di fare rete degli assessori e dei consiglieri, stiamo quotidianamente informando la comunità, mentre costante è il dialogo tra la polizia municipale e le forze dell’ordine per il controllo del territorio e il rispetto di quanto disposto”. “È un periodo particolare della vita di ognuno di noi – conclude il sindaco Verduci – ma con impegno e attenzione supereremo anche questo momento di difficoltà e incertezza”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il sindaco Verduci: "Paradossale il numero ufficiale dei rientri"

ReggioToday è in caricamento