rotate-mobile
La scheda

Green Pass, tamponi, viaggi e ristoranti: le regole Covid per Pasqua (in breve)

Se non è un liberi tutti, ci siamo quasi: le cose da sapere

Se non è un liberi tutti, ci siamo quasi. Non sarà una gran Pasqua probabilmente per il turismo. "Girano" pochi soldi, e gli aumenti di benzina e bollette non aiutano. Tuttavia saranno molti gli italiani che staccheranno per qualche giorno. Sul fronte del Covid, gli obblighi e le regole per chi viaggia sono ormai davvero poche.

Se le mascherine restano obbligatorie al chiuso fino al 30 aprile (a maggio si vedrà), sul Green Pass base (anche tampone) siamo ormai in una fase "light". Il Green Pass servirà ancora se ci si sposta in aereo, in treno o in nave e traghetto. Il certificato fino a fine aprile è richiesto anche nei ristoranti al chiuso (all'aperto e nei dehors non serve più il pass). Invece l’accesso è libero ad alberghi e strutture ricettive, musei, negozi e parchi divertimento. L’obbligo di vaccino o guarigione (dunque super green pass) riguarda in Italia solo cinema, teatri, concerti e discoteche.

Per i trasporti quindi le restrizioni sono chiare: in aereo, in treno, in pullman o in nave non è più necessario essere vaccinati o guariti dal Covid. Basta il green pass base (tampone antigenico negativo valido per 48 ore, o molecolare valido 72 ore). Dalla scorsa settimana per dormire in alberghi e strutture ricettive non chiedono nessun Green Pass, così come per i ristoranti dentro gli hotel. Nel tempo libero non è obbligatorio più il Green Pass praticamente per nulla. Dal 1° aprile infatti l'ingresso nei negozi, nei centri commerciali e nei musei è libero. In quanto luoghi al chiuso, bisogna però indossare ancora la mascherina (basta quella chirurgica). Nessun Green Pass per spostarsi dentro le città con autobus, tram e metropolitane. I passeggeri devono però continuare a rispettare fino al 30 aprile l’obbligo della mascherina Ffp2. Cinema, discoteche, teatri e concerti (al chiuso) sono ancora "solo con pass rafforzato", da vaccino a guarigione. Obbligatoria anche una mascherina Ffp2. 

Attualmente in Italia le persone positive al Covid sono 1.274.388 secondo il bollettino quotidiano del ministero della Salute. 1.263.671 si trovano in isolamento domiciliare, 10.246 sono ricoverati con sintomi e 471 si trovano in terapia intensiva. Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ieri ha detto: "Con la fine dello stato di emergenza è importante non abbassare la guardia, continuare a mantenere i comportamenti che siamo abituati a rispettare, ed evitare situazioni potenziali di contagio. I casi diminuiranno con l'estate, anche se in autunno è possibile aspettarsi una recrudescenza. Lo strumento più efficace per evitare di contrarre la malattia in forma grave rimane il vaccino". Sulla cosiddetta quarta dose Sileri ha aggiunto che "la scienza ci indicherà a quali fasce della popolazione somministrare un ulteriore richiamo, quando avremo forse un vaccino più aggiornato che andrà ripetuto ogni anno come il vaccino antinfluenzale". 

(fonte Today.it)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Pass, tamponi, viaggi e ristoranti: le regole Covid per Pasqua (in breve)

ReggioToday è in caricamento