menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tetto crollato dell'auditorium "Calipari"

Il tetto crollato dell'auditorium "Calipari"

Crollo del tetto dell'auditorium Calipari, avviati i riscontri dei periti della Procura

Sono due studiosi dell'università "Federico II" di Napoli, a loro il procuratore Bombardieri e il sostituto Sodani hanno affidato l'incarico di capire cosa possa aver causato il cedimento della struttura

Sono stati avviati oggi i controlli peritali sul crollo del tetto dell’auditorium “Calipari” del Consiglio regionale della Calabria. Nei locali dell’Astronave, intanto, sono in corso i lavori di rimozione dei detriti provocati dal crollo della scorsa estate.

Su quanto accaduto lo scorso mese di luglio ha aperto un’inchiesta, che al momento registra una trentina di indagati fra ex segretari di Palazzo Campanella, dipendenti del Consiglio regionale e titolari delle imprese che hanno lavorato sulla struttura reggina, la Procura della Repubblica di Reggio Calabria guidata da Giovanni Bombardieri. Il sostituto procuratore che si sta occupando di portare avanti l’inchiesta è Andrea Sodani cha ha ipotizzato il reato di crollo di costruzioni.

La Procura reggina ha scelto di affidare l’incarico peritale a due ingegneri dell’università “Federico II” di Napoli: Andrea Porta e Antimo Fiorillo. Saranno questi due studiosi a dover stabilire cosa ha causato il crollo del tetto dell’auditorium “Calipari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento