rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca

Ferrovie dello Stato-Trasporti, Nesci: "Ridurre il gap nord - sud"

Il presidente nazionale Udicon: "L’iniziativa annunciata da Massimo Bruno di FS, che prevede un eventuale accordo di collaborazione tra Aeroporto di Reggio e Ferrovie, è un’ottima notizia che può aiutare a ridurre questo divario e valorizzare l’asset pubblico di Ferrovie nel meridione

"Migliorare le infrastrutture del sud d’Italia utilizzando le risorse del Pnrr per mettere in condizione i cittadini di avere gli stessi diritti di chi viaggia verso nord e poter accedere agli stessi servizi". Lo afferma in una nota Denis Nesci, presidente nazionale Udicon (Unione per la Difesa dei Consumatori), (nella foto), a margine dell’incontro tra Ferrovie dello Stato e Associazione di Consumatori. 

Nesci denis-3"Se vogliamo essere competitivi sulle strategie di investimento in vista dell’estate, dobbiamo creare le condizioni per abbattere i tempi di viaggio. Ancora oggi persistono differenze evidenti tra Sud e Nord, basti pensare alla tratta Roma-Milano e Roma-Reggio Calabria: l’unica Città metropolitana della regione e primo comune per popolazione, rappresenta oggi il cuore dell’area metropolitana dello stretto e uno snodo cruciale per il collegamento con la Sicilia che andrebbe potenziato.

È necessario incentivare questa parte di sud ad utilizzare il treno anziché l’aereo che oggi garantisce solo pochi viaggi giornalieri a tariffe elevate. L’iniziativa annunciata da Massimo Bruno, chief corporate affairs officer di FS, che prevede un eventuale accordo di collaborazione tra Aeroporto di Reggio Calabria e Ferrovie, è un’ottima notizia che può aiutare a ridurre questo divario e valorizzare l’asset pubblico di Ferrovie nel meridione" prosegue Nesci.

"Bisogna sviluppare l’alta velocità nel sud Italia e intensificare gli sforzi per agevolare la cooperazione tra i diversi sistemi di trasporto e le istituzioni, - conclude il presidente dell’Unione per la Difesa dei Consumatori - con l’obiettivo di accorciare i tempi di percorrenza, facilitare i flussi turistici in entrata e permettere al consumatore che viaggia verso sud di non sentirsi più un cittadino di serie B".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovie dello Stato-Trasporti, Nesci: "Ridurre il gap nord - sud"

ReggioToday è in caricamento