menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un motocoltivatore

Un motocoltivatore

Ladri in azione alla "Valle del Marro": rubato un motocoltivatore

La scoperta è stata fatta dai dipendenti della cooperativa antimafia che hanno trovato il lucchetto aperto in una delle proprietà gestite nella Piana, per Domenico Fazzari: "E' un segnale da non sottovalutare"

Nei giorni scorsi, il personale della cooperativa “Valle del Marro” ha rinvenuto a terra un lucchetto forzato, che chiudeva uno dei cancelli aziendali attiguo ad un terreno. Eseguito un controllo, è emerso il furto di un motocoltivatore, solitamente utilizzato per il controllo meccanico delle infestanti tra i filari di ortaggi. Il resto del parco mezzi, custodito sotto le tettoie (come l'attrezzatura rubata) e opportunamente video-sorvegliato, è apparso fortunatamente integro. Il valore del motocoltivatore è di due migliaia di euro.

Il furto è stato denunciato alle forze dell’ordine che, laddove le immagini delle telecamere lo consentiranno, potranno acquisire elementi utili per lo sviluppo delle indagini. 

Nei mesi precedenti la cooperativa aveva denunciato l'intrusione di ignoti sempre negli stessi locali. In quel caso, lo scatto dell'allarme aveva messo in fuga i ladri che, prima di forzare una saracinesca, avevano avuto tuttavia il tempo di esaminare il parco macchine e fotografarlo. Un fatto inquietante che lasciava immaginare un successivo raid. Nel frattempo la cooperativa, temendo il peggio, aveva iniziato a provvedere ad un potenziamento della videosorveglianza. 

"E' un segnale da non sottovalutare» dichiara Domenico Fazzari, presidente della cooperativa, «e per questo è importante tenere alta l'attenzione. Confidiamo nelle indagini dei Carabinieri per individuare i colpevoli di tali atti criminosi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Stanchezza primaverile? Sintomi e rimedi naturali

Cura della persona

Trattamenti estetici per ciglia: la parola al dermatologo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento