rotate-mobile
Il fatto / Gioia Tauro

Gioia Tauro, sei "sorvegliati speciali" denunciati dai carabinieri

Il provvedimento è stato disposto per la violazione degli obblighi e per il mancato versamento della cauzione che ammonta ad un totale di 19 mila euro

Sei persone deferite all’autorità giudiziaria di Palmi, dalla stazione carabinieri di Gioia Tauro, per la violazione degli obblighi della sorveglianza speciale e per il mancato versamento della cauzione così come previsto dalle prescrizioni loro imposte. 

Nell’ambito di una costante attività di monitoraggio di persone gravate dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, i carabinieri hanno eseguito una verifica sul regolare rispetto delle prescrizioni imposte dalla misura preventiva. 

In particolare, la verifica è stata espletata sull’obbligo del versamento della cauzione imposta ai sorvegliati speciali, come misura prescrittiva consequenziale all’irrogazione del provvedimento dell’autorità giudiziaria. 

Nell’ambito dell’attività in questione sono stati deferiti all’autorità giudiziaria di Palmi sei persone, responsabili della violazione prevista dal vigente codice delle leggi antimafia. Le cauzioni previste si sommano per un totale di 19 mila euro che, ai sensi della stessa legge, avrebbero dovuto essere versate nella cassa delle ammende a titolo di garanzia reale.

"Il provvedimento - spiegano dal comando provinciale dell'Arma - tiene conto delle condizioni economiche della persona sottoposta a misura di prevenzione in modo tale che funga da efficace remora alla violazione delle prescrizioni imposte. Svolgere servizi di controllo delle persone sottoposte a misura di prevenzione è fondamentale per rendere efficaci le determinazioni del giudice e rinforzano la cogenza della legge, permettendone una corretta applicazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioia Tauro, sei "sorvegliati speciali" denunciati dai carabinieri

ReggioToday è in caricamento