rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
L'operazione / Gioiosa Ionica

Scoperto in un casolare di campagna "drive in" della droga: arrestato 51enne

Operazione dei carabinieri. Eseguite anche perquisizioni personali e domiciliari. Sequestrate migliaia di euro e numerose dosi di stupefacente. L'uomo è stato condotto al carcere di Locri

In un casolare, in un’area isolata di campagna, i carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno sgominato un vero e proprio drive in dello spaccio, attivo ad ogni ora del giorno.

Risale a venerdì scorso un’operazione dei militari della compagnia di Roccella Jonica che supportati dagli uomini dello squadrone eliportato Cacciatori Calabria e dal nucleo cinofili di Vibo Valentia, hanno arrestato un 51enne di Gioiosa Jonica, in ottemperanza all’ordine di esecuzione di misura cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Locri.

I carabinieri, diretti dalla procura della Repubblica di Locri, attraverso l’esecuzione di numerosi servizi di osservazione, appostamenti, pedinamenti, registrazioni video e intercettazioni telefoniche, hanno documentato, spiegano dall'Arma "una fiorente attività di spaccio di cocaina al dettaglio da parte di un gioiosano, noto alle forze dell’ordine e gravato da precedenti specifici".

L’uomo, secondo i carabinieri: "Aveva allestito, presso un casolare di sua proprietà situato in un’area isolata di campagna, un vero e proprio drive-in dello spaccio, attivo ad ogni ora del giorno. Per i numerosi acquirenti che giungevano da ogni parte della  Locride era sufficiente transitare in auto in prossimità della finestra del casolare e, senza nemmeno dover scendere dal veicolo, effettuare l’ordinazione, ritirare la dose e consegnare il denaro nelle
mani dello spacciatore".

Contestualmente all’esecuzione della misura cautelare, sono state effettuate perquisizioni personali e domiciliari, che hanno permesso di sequestrare svariate migliaia di euro in contanti e numerose dosi di stupefacente, di cui alcune scovate all’interno della guarnizione di una lavatrice grazie al determinante fiuto dei cani del nucleo cinofili.

Al termine delle operazioni, l’arrestato è stato condotto presso il carcere di Locri a disposizione dell’autorità giudiziaria, che provvederà ad accertare le sue responsabilità nelle opportune sedi di giudizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto in un casolare di campagna "drive in" della droga: arrestato 51enne

ReggioToday è in caricamento