rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
L'iniziativa / Centro / Via Sant'Anna I Tronco

Al Cedir un centro di raccolta per i beni da inviare al popolo ucraino

L'assessore Albanese: "L'idea è nata su sollecitazione della Chiesa ortodossa di Sbarre". Negli spazi adiacenti la sala Versace, dalle ore 8 alle 20, chiunque potrà portare farmaci, vestiti o beni di prima necessità

Un centro per la raccolta di beni da inviare alle popolazioni colpite dalla guerra in Ucraina è stato allestito al Cedir dal Comune di Reggio Calabria. "L'idea - ha spiegato l'assessore Rocco Albanese - è nata su sollecitazione della Chiesa ortodossa di Sbarre ed è rivolta a tutte le associazioni impegnate in questo straordinario moto di solidarietà.

Dalle ore 8 alle ore 20, quindi, negli spazi adiacenti la sala Versace, chiunque potrà portare farmaci, vestiti o beni di prima necessità che sarà premura dei volontari della Comunità Ucraina spedire a quanti, in queste ore, stanno patendo la drammaticità di un conflitto esploso alle porte dell'Europa".

"Voglio esprimere un sentito ringraziamento - ha concluso l'assessore Albanese - alle persone che si stanno spendendo per questa nobile causa, al sindaco facente funzioni, Paolo Brunetti, che ha informato il consiglio comunale su questa encomiabile iniziativa e, soprattutto, al grande cuore dei reggini che, negli ultimi giorni, si stanno prodigando al massimo per riempire di affitto e sostegno donne, anziani e bambini in fuga dalla guerra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Cedir un centro di raccolta per i beni da inviare al popolo ucraino

ReggioToday è in caricamento