Lunedì, 15 Luglio 2024
L'incompiuta

Ponte Calopinace, ancora fermi i lavori: "Dovevano durare 120 giorni e sono trascorsi tre anni"

Parla Filomena Malara presidente del Comitato quartiere rione Ferrovieri Pescatori

Il cantiere è fermo e il ponte sul torrente Calopinace ancora resta incompiuto. I lavori che dovevano durare 120 giorni non sono ancora terminati e il ponte non c'è, così come è incompiuto il Parco lineare Sud. 

Sono stanchi delle promesse e degli annunci i cittadini e quelli del Comitato quartiere Ferrovieri Pescatori denunciano la situazione. "Sono trascorsi 1.100 giorni da quel 31 luglio 2020 e dalla consegna alla ditta dei lavori - afferma Filomena Malara presidente del comitato - per la costruzione del ponte di collegamento tra lungomare e parco lineare Sud (che per noi cittadini è e resterà sempre Calamizzi). I lavori dovevano durare 120 giorni ma in questi 1.100 giorni lavori pochissimi e chiacchiere a perdere. Abbiamo sentito annunci enfatici sempre smentiti dai fatti, e giustificazioni di ogni genere, spesso in contraddizione tra loro: calcoli sbagliati, materiali introvabili, demolizioni parziali, ditta inadempiente, lavori che “fervono” con due soli operai presenti, mancato pagamento dello stato di avanzamento lavori (?) e chi più ne ha più ne metta".

"Ora dopo 1.100 giorni un annuncio roboante  - continua Malara - ci avvisa che il ponte sarà completato tra 90 giorni, cioè entro ottobre. Quindi, visto che la matematica non è un’opinione, in tre anni e oltre sono stati fatti lavori che avrebbero necessitato di 30 giorni?  Intanto a qualche giorno dall’annuncio, il cantiere rimane desolatamente deserto, probabilmente si riprenderà dopo ferie".

"Proprio l'altro giorno - aggiunge Malara - ho visto quattro operai che aprivano la sbarra per entrare nel cantiere e così mi sono messa a parlare con loro, chiedendo notizie sulla ripresa dei lavori e loro mi hanno detto che riprenderanno a lavorare dopo la pausa estiva...".

Dunque c'è ancora da attendere per vedere la realizzazione di questo ponte,  che avrà una lunghezza di 30 metri ed una larghezza di 12, e sarà posizionato ad un'altezza di circa due metri dal letto della fiumara Calpinace. Un ponte che dovrà collegare il lungomare Falcomatà al Parco Lineare Sud mettendo così in stretto contatto il centro con la periferia sud della città. 

A maggio scorso, infatti, i lavori dell’azienda impegnata nella posa del ponte si erano fermati, perché Palazzo San Giorgio non avrebbe pagato l’ultimo stato di avanzamento dei lavori non sarebbe stato pagato da Palazzo San Giorgio che, dal canto suo, aveva mandato una diffida alla ditta per riprendere i lavori. 

"Abbiamo sentito più volte annunci sulla fine di lavori e l'inaugurazione del ponte, anche l'assessore Albanese più volte si è espresso, ma la situazione resta immutata e di questo piccolo ponte non c'è traccia. Noi come Comitato del quartiere Ferrovieri Pescatori stiamo pensando di fare un accesso agli atti, civico, al Comune per sapere esattamente come stanno le cose, perché più volte abbiamo chiesto, anche tramite pec, ma non abbiamo mai avuto alcuna risposta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Calopinace, ancora fermi i lavori: "Dovevano durare 120 giorni e sono trascorsi tre anni"
ReggioToday è in caricamento