rotate-mobile
Lotta ai reati ambientali / Ravagnese

Sorpresi a sbancare un terreno per smaltire rifiuti speciali: due denunce

I carabinieri della stazione di Gallina hanno sequestrato l'area, in località Maldariti, e il mezzo utilizzato dai due uomini

A bordo di un escavatore, erano intenti a effettuare delle operazioni di sbancamento e livellamento di un terreno privato, in località Maldariti, al fine di sotterrare e smaltire un ingente quantitativo di rifiuti in assenza di qualsiasi autorizzazione.

Due uomini, un 40enne e un 65enne, sono stati sorpresi dai carabinieri della stazione di Gallina a smaltire illecitamente rifiuti speciali e materiale inerte, incuranti dei danni che stavano arrecando all’ambiente, e denunciati all’autorità giudiziaria per i reati di raccolta e smaltimento dei rifiuti senza la prescritta autorizzazione.

I militari hanno  sequestrato l’area interessata e il veicolo utilizzato. Nell’ultimo periodo, le segnalazioni alle autorità di episodi di tale natura da parte di cittadini ormai stanchi di vedere il proprio territorio usurpato, hanno subito un incremento.

"L'Arma dei carabinieri è impegnata costantemente, e quotidianamente, per fronteggiare questo tipo di emergenza mediante una mirata attività di contrasto ai reati ambientali, affinché ogni forma di inquinamento e di smaltimento non autorizzato di rifiuti possa essere perseguita con la massima fermezza per la salvaguardia della salute dei cittadini e
la tutela dei territori. Trattandosi di provvedimento in fase preliminare, rimangono salve le successive determinazioni in fase dibattimentale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi a sbancare un terreno per smaltire rifiuti speciali: due denunce

ReggioToday è in caricamento