rotate-mobile
Il fatto di cronaca

Maltratta e picchia la moglie, gli agenti delle volanti lo arrestano

Il giudice reggino ha disposto nei confronti dell’uomo il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa e di divieto di comunicare con quest’ultima con ogni mezzo

Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, sono queste le accuse dalle quali dovrà difendersi un cinquantacinquenne reggino che, nei giorni scorsi, è stato arrestato dalle volanti della polizia.

La vittima dei maltrattamenti era la moglie dell’uomo finito in manette. Questi i fatti. Gli operatori della volante sono intervenuti presso l’abitazione della vittima, a seguito della segnalazione su linea 113 da parte di un vicino dove la stessa si era nascosta dopo l’aggressione.

La donna, che ha riportato lesioni e varie ecchimosi attorno al collo, dopo le necessarie cure ricevute dai sanitari del 118 presso la sua abitazione, ha denunciato il marito per le violenze subite che, pertanto, è stato immediatamente arrestato e messo a disposizione dei magistrati reggini in attesa di convalida.

All’esito dell’udienza, una volta convalidato l’arresto, il giudice ha disposto nei confronti dell’uomo il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa e di divieto di comunicare con quest’ultima con ogni mezzo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltratta e picchia la moglie, gli agenti delle volanti lo arrestano

ReggioToday è in caricamento