rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
La novità

Sanità carceraria, tre nuovi medici per la casa circondariale Panzera

La garante dei detenuti Russo: "Persone di grande sensibilità"

"Un confronto chiaro, nel rispetto delle diverse posizioni, abbiamo analizzato le criticità e deciso di procedere con spirito di leale condivisione al fine di raggiungere il risultato: garantire e tutelare il diritto alla salute delle persone detenute".

Così la garante dei diritti delle persone prive di libertà di Reggio Calabria Giovanna Russo, a margine del confronto con i rappresentati sanitari del territorio comunale e i rappresentanti delle istituzioni carcerarie, convocati per un approfondimento relativo alle misure risolutive per superare i problemi che investono la sanità penitenziaria.

"Sino ad aprile scorso - evidenzia Russo - le emergenze erano preoccupanti, ma il confronto serrato, continuo e condiviso ha determinato oggi che l'allarmante carenza dei medici su Arghillà e non solo, viene scongiurata dalla recente accettazione dell'incarico da parte di ben tre medici". "Persone di straordinaria competenza e sensibilità - conclude - che hanno risposto si alla chiamata per la loro vocazione di essere professionisti del settore".

Alla riunione hanno preso parte, oltre alla garante, per il tribunale di sorveglianza la presidente Daniela Tortorella, la commissaria Asp Reggio Calabria Lucia di Furia, il commissario Gom di Reggio Calabria Gianluigi Scaffidi, la comandante dell'Istituto penitenziario di Reggio Calabria Plesso Arghillà Maria Luisa Alessi in rappresentanza anche della direzione, l'ispettrice Daniela Iiriti in rappresentanza del comandante di Reggio Calabria, i rappresentanti le organizzazioni sindacali di polizia penitenziaria Maurizio Policaro (Osapp), Erminio Battista (Sappe), Massimo Musarella (Uspp) e l'infermiere Filippo Errante per le professioni sanitarie rappresentante sindacato NurSind.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità carceraria, tre nuovi medici per la casa circondariale Panzera

ReggioToday è in caricamento