rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Il fatto

E' morto l'urbanista reggino Giuseppe Imbesi studioso della gestione del territorio

Ha diretto anche la Scuola di pianificazione e tecniche urbanistiche per le aree metropolitane

L'ingegnere e urbanista Giuseppe Imbesi, studioso della gestione del territorio, autore di importanti progetti di pianificazione urbana e territoriale nel Meridione, è morto a Roma all'età di 86 anni. Il funerale si terrà domani, mercoledì 27 aprile, alle ore 15, nella chiesa di San Roberto Bellarmino. Nato a Reggio Calabria nel 1936, dal 1969 Imbesi è stato professore di urbanistica alla facoltà di Ingegneria all'Università La Sapienza di Roma, dove ha diretto anche la Scuola di pianificazione e tecniche urbanistiche per le aree metropolitane.

E' stato direttore di numerose ricerche scientifiche in Italia e all'estero su temi urbani e territoriali (fra questi: l'innovazione dei metodi di analisi e pianificazione urbanistica, la pianificazione delle attività turistiche, il recupero delle aree periferiche e marginali, la riduzione del rischio sismico e la protezione ambientale) sia in ambito universitario che in collaborazioni e consulenze scientifiche con organismi dell'Onu, con il Consiglio d'Europa, il Senato della Repubblica italiana, gli enti territoriali di supporto alle politiche territoriali per il Mezzogiorno (Casmez, Formez, Iasm, Insud).

Imbesi dal 1963 ha svolto attività di progettazione nel campo della architettura e dell'urbanistica partecipando da solo e in collaborazione a numerosi progetti e concorsi con un'attenzione particolare agli edifici pubblici di carattere strategico ed alla riqualificazione urbana ed ambientale. Significativo il contributo alla pianificazione territoriale del Mezzogiorno sviluppata con progetti e piani di livello regionale (Molise, Calabria, Lazio Meridionale) e locale (Agrigento, Reggio Calabria) e con il coordinamento del gruppo di lavoro per la valutazione della fattibilità urbanistica del Ponte sullo Stretto di Messina.

Ha collaborato anche a piani e progetti per Roma (il Prg del 2008, consulente per gli aspetti turistici, il progetto del quartiere della Torraccia nell'ambito del II Peep, il piano di Acilia per il recupero delle 'zone abusive') e ha partecipato alla Commissione consultiva tecnico-urbanistica del Comune di Roma dal 1979 al 1991. Presente nel dibattito politico-culturale del campo disciplinare urbanistico Imbesi è stato tra i fondatori della Società Italiana degli Urbanisti, tra i delegati italiani dell'Association international des Urbanistes, membro effettivo dell'Istituto nazionale di Urbanistica. Era socio onorario della Società geografica italiana e membro del Comitato Scientifico del Centro Nazionale Studi Urbanistici. Autore di oltre quattrocento pubblicazioni scientifiche (libri, studi monografici, saggi, articoli) sia in Italia che all'estero, Imbesi è stato direttore della collana Città, Territorio, Piano dell'editore Gangemi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto l'urbanista reggino Giuseppe Imbesi studioso della gestione del territorio

ReggioToday è in caricamento