rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Il progetto / Motta San Giovanni

Il "borgo dei minatori" presto diventerà realtà, con il Cis si marcia spediti

Riunione operativa in municipio per la realizzazione dell'opera da un milione di euro

Il sindaco Giovanni Verduci ha partecipato in videoconferenza all’importante riunione convocata dal direttore generale dell’agenzia per la Coesione territoriale, Paolo Esposito, per avviare, insieme ai comuni beneficiari dei contributi Cis “Calabria – Svelare Bellezza”, le procedure attuative del finanziamento.    

“Un milione di euro per il borgo dei minatori – dichiara il primo cittadino a termine della riunione – è il contributo che l’Agenzia ha riconosciuto al nostro comune in occasione della firma del Contratto istituzionale di sviluppo avvenuta a Tropea lo scorso giugno. Adesso, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, si avvia la fase di effettiva attuazione del Contratto attribuendo in capo ai soggetti beneficiari la competenza sulle risorse finanziarie assegnate, con la conseguente possibilità di avviare le procedure e assumere i relativi impegni”.       

“Abbiamo ricevuto le Linee guida predisposte dall’Agenzia e i manuali di utilizzo dei sistemi informativi per il monitoraggio e la rendicontazione – aggiunge il sindaco che ha partecipato alla riunione insieme alla responsabile dell’area tecnica, Giovanna Chilà, e al responsabile dell’area finanziaria, Antonino Gullì – e in occasione della riunione abbiamo chiesto che siano facilitate e accelerate le procedure necessarie per la progettazione e la realizzazione degli interventi finanziati”.

“Con questo contributo – ricorda Verduci – recupereremo e valorizzeremo i luoghi dedicati alla memoria dei minatori mottesi. Puntiamo al rafforzamento dell'attrattività del centro storico, alla promozione turistica e al recupero di spazi per la creazione di aree attrezzate per il verde e la sistemazione delle superfici viarie e ciclopedonali. Le strade del centro saranno pavimentate e collocate, in modo casuale, le pietre della memoria sulla quali sarà scritto il nome dei minatori caduti. Saranno realizzati sistemi audiovisivi, street art e land-art e riqualificato il Parco delle Rimembranze, il tutto per far diventare il nostro borgo un vero e proprio museo en plein air, attraverso dipinti murari da ammirare passeggiando tra le case”.

“Gli enti locali ed in particolare i piccoli comuni – conclude il sindaco - stanno dimostrando, nonostante le difficoltà, di essere molto attenti e affidabili, fondamentali per i Ministeri e le Agenzie nazionali, capaci di affrontare le emergenze e le criticità quotidiane senza pregiudicare la programmazione a medio e lungo termine”.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "borgo dei minatori" presto diventerà realtà, con il Cis si marcia spediti

ReggioToday è in caricamento