Motta e le borracce della contesa, Ancadic: "Mai esclusa l'idoneità del prodotto"

Vincenzo Crea, referente dell'associazione, risponde all'Amministrazione comunale e si chiede: "Avremmo dovuto chiedere una risposta che sicuramente non sarebbe mai arrivata?"

Continua il botta e risposta tra l'associazione Ancadic e l'Amministrazione di Motta San Giovanni sulle ormai famose borracce, consegnate ai bambini delle scuole del territorio.

"In risposta alla nota rilasciata dal Comune di Motta San Giovanni sulla pagina Facebook "Città di Motta San Giovanni" e sui siti d’informazione online, circa l’idoneità delle borracce distribuite presso le scuole, - Crea ribadisce - che l' associazione è da anni che chiede risposte alle numerose segnalazioni, ma fino ad oggi l’interlocutore dal quale avrebbero dovuto giungere le tante decantate risposte è rimasto colpevolmente muto, malgrado la Prefettura puntualmente intervenuta su ogni nostra segnalazione abbia invitato l’Amministrazione comunale a riferire direttamente anche al rappresentante legale dell’Ancadic". 

"Ci si doveva quindi aspettare che cosa? Dopo anni di silenzi una risposta che sicuramente non sarebbe mai arrivata! Come mai il signor sindaco e gli assessori competenti - continua Crea- non si sono premurati a dare delle risposte alla gente che dopo la prima segnalazione dello scorso 11 febbraio ha continuato a contattare l'associazione per chiedere informazioni utili circa questo prodotto?"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’esistenza della documentazione comprovante l’idoneità del prodotto "non è stata mai da noi esclusa, - conclude il referente Ancadic - ma sicuramente ritenuta insufficiente dato il modo di presentarsi del prodotto e le sue finalità destinate anche all’utilizzo da parte dei bambini delle scuole dell’infanzia, perciò è stato chiesto di eseguire le dovute verifiche sul prodotto che nel caso di specie dovessero escludere rischi per la salute degli scolari saremo tutti più tranquilli e contenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, mascherina obbligatoria all’aperto tutto il giorno: l'ordinanza della Santelli

  • Tutto rinviato al quattro e cinque ottobre con Angela Marcianò a fare da ago della bilancia

  • Comunali, l'appello ai cittadini: "Non lasciamo la città nelle mani della Lega"

  • "Loculi del cimitero di Condera oltraggiati e imbrattati con escrementi", la denuncia di Albanese

  • Condofuri, operaio muore intrappolato tra gli ingranaggi di un macchinario

  • Menù stellato nell'intimità di casa: esperienza di lusso con un grande chef italiano solo per pochi reggini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ReggioToday è in caricamento