rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Palazzo San Giorgio

Navigator: "Ingiusto trattamento della Regione, bene il Consiglio comunale"

E' quanto sostiene l'AN.Na Calabria che aggiunge: "è una volgare ingiustizia nella predisposizione del bando di concorso"

“Esprimiamo autentica soddisfazione e sincera stima nei confronti del Consiglio comunale che, sapendo andare controcorrente e dimostrando grande sensibilità e lucidità, nella riunione odierna ha approvato una risoluzione finalizzata alla continuità occupazionale e alla valorizzazione della figura professionale dei Navigator" è quanto afferma l'Associazione nazionale Navigator (AN.Na) Calabria.

"Si tratta di atto politico molto importante, che ci gratifica profondamente e che ci sprona a continuare la nostra legittima battaglia per il nostro futuro: il fatto che la risoluzione sia stata proposta dal gruppo Dpm ma poi sottoscritta e approvata all’unanimità, maggioranza e minoranza insieme, è segnale distintivo della maturità democratica dimostrata da tutti i consiglieri comunali di Reggio Calabria.

I consiglieri comunali della città reggina, a prescindere dal loro colore politico di appartenenza, hanno dimostrato di saper cogliere il dato fondamentale della nostra vicenda professionale: dopo aver investito importanti risorse economiche e logistiche su oltre 2 mila professionisti in Italia e circa 160 in Calabria, dopo averli formati e inseriti nei servizi pubblici per il lavoro a livello regionale, nel momento in cui vi è una richiesta pressante di intelligenze e competenze al servizio dei Centri per l’Impiego, con la mole di impegni e di risorse già previste all’interno del Programma GOL (Garanzia Occupabilità dei Lavori), è sostanzialmente insensato rinunciare agli investimenti fatti e congedare oltre 2 mila professionisti di qualità accertata.

L’ottenimento della proroga contrattuale fino al 30/04/2022, condizionata all’utilizzo dei fondi regionali per il potenziamento dei Centri per l’Impiego, già approvata in sede parlamentare, conferma ampiamente il timore di non essere riconosciuti in quella che è stata ed è la nostra dignità di lavoratori: la vicenda dei 4 colleghi valdostani, cui non è stata sottoposta la proroga stante il completamento della procedure concorsuali in Regione Val d’Aosta, con un trattamento vergognosamente diseguale fra lavoratori di territori diversi, ne è nuova incresciosa testimonianza.

La risoluzione, dopo aver riportato c orrettamente dati e fatti relativi al grande lavoro svolto dai navigator calabresi, si rivolge innanzitutto al Governo Nazionale, cui chiede testualmente << l’impegno legislativo ed economico per garantire ai Navigator piena continuità occupazionale, tramite l’insediamento di un tavolo tecnico-politico finalizzato alla stabilizzazione lavorativa nell’ambito delle azioni previste dal Programma GOL .

Subito dopo, la risoluzione si rivolge anche alla vice presidente Princi e alla giunta regionale della Calabria, con la richiesta diretta di riconoscere una congrua premialità ai navigator calabresi nella pubblicazione dei bandi per il potenziamento dei Centri per l’Impiego.

Purtroppo, ed è l’altra notizia odierna, la Regione Calabria ha dimostrato di essere di tutt’altro avviso e di avere tutt’altra idea del Consiglio Comunale di Reggio Calabria, avendo ufficialmente pubblicato giusto oggi bandi di concorso che presentano oggettive e clamorose inefficienze: scarsissima rilevanza numerica e qualitativa per alcune professionalità specialistiche che sarebbero fondamentali in un vero potenziamento dei Centri per l’Impiego, netta preponderanza per profili lavorativi di tipo prettamente amministrativo che sembrano pensati per ben altri uffici che non quelli dei servizi per il lavoro, nessun reale riconoscimento dei titoli di servizio dei Navigator al contrario di altri lavoratori precari impegnati negli enti strumentali della Regione e quindi nettamente avvantaggiati nel concorso che si andrà a svolgere.

Si tratta di un errore strategico di portata evidente e anche di una volgare ingiustizia nella predisposizione del bando di concorso: da un lato, non vi sarà alcun concreto potenziamento dei Centri per l’Impiego, capace di andare oltre il semplice aumento di profili amministrativi; dall’altro, si utilizzano due pesi e due misure per diverse figure di lavoratori già operativi presso i servizi pubblici per il lavoro regionali, impedendo di fatto a noi navigator e anche a semplici cittadini di poter competere equamente per l’accesso alle assunzioni previste".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navigator: "Ingiusto trattamento della Regione, bene il Consiglio comunale"

ReggioToday è in caricamento