rotate-mobile
Palazzo Campanella

Giannetta incontra i funzionari all'ufficio del processo: "Risorse indispensabili"

Il consigliere regionale di Forza Italia: "Ho avuto modo di ascoltare le aspettative rispetto alla stabilizzazione della propria posizione lavorativa. Aspettativa che ritengo vada sostenuta e condivisa con tutte le forze politiche"

Incontro a Palazzo Campanella tra il consigliere regionale Domenico Giannetta e il Comitato nazionale dei funzionari addetti all’ufficio del processo, collocati presso i tribunali di Reggio Calabria, Palmi e Locri.

"Assunti con concorso a tempo determinato, nel febbraio del 2022, dal ministero della Giustizia, con i fondi del Pnrr, questi giovani professionisti, in prevalenza avvocati, - afferma il rappresentante di Forza Italia - svolgono un ruolo fondamentale per la riforma della giustizia, nell’accelerazione della macchina e in particolare nel velocizzare i processi. Tanto da avere ottenuto, grazie al lungimirante intervento del viceministro alla Giustizia Francesco Paolo Sisto, la proroga dei contratti fino allo scadere dei fondi".

In questo primo incontro, promosso dalla portavoce del Comitato, Antonella Guida, continua Giannetta "ho avuto modo di ascoltare le aspettative rispetto al futuro e alla stabilizzazione della propria posizione lavorativa. Un’aspettativa che ritengo vada sostenuta e condivisa con tutte le forze politiche e sociali che si potranno mettere in campo.

È importantissimo - continua il consigliere - non disperdere risorse già formate e qualificate. L’ufficio del processo, già esistente in Europa, è una nuova struttura organizzativa di staff del magistrato di grande supporto, tanto che - incalza il Consigliere - sia l’Associazione nazionale magistrati che il Consiglio superiore della magistratura ne ha richiesto la stabilizzazione.

Abbiamo, quindi, deciso di intraprendere insieme un percorso di dialogo e confronto per costruire questa opportunità - dichiara ancora Giannetta - e raggiungere ciò che ci sta più a cuore, ovvero il lavoro e che i nostri giovani, così bravi e preparati, possano restare in Calabria.

Già in tanti, di questo primo contingente, hanno preso altre strade fuori, per il timore del tempo determinato. Un rischio che dobbiamo evitare - sottolinea - e credo ci siano le condizioni congiunturali per sostenere questo sogno. Che riguarda tutti i funzionari addetti all’Ufficio del processo della Calabria, del Sud e di tutta Italia, che sono già al centro di un tavolo di lavoro nazionale".

Perché, conclude il consigliere "questo governo, con Forza Italia trainante si sta battendo per contrastare il precariato, sta sbloccando le assunzioni e si sta caratterizzando per la valorizzazione e riqualificazione della funzione pubblica. Questo dunque è il momento per impegnarsi. E noi lo faremo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giannetta incontra i funzionari all'ufficio del processo: "Risorse indispensabili"

ReggioToday è in caricamento