Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Centro

Parco, ecco le iniziative per l'estate in Aspromonte

Questa mattina, al palazzo della Cultura, è stato presentato il ricco cartellone delle iniziative promosse e patrocinate dall'ente

Cultura e storia, tradizioni musicali ed enogastronomiche, promozione sostenibile del territorio. Presentato, questa mattina, al Palazzo della Cultura “Pasquino Crupi”, il calendario estivo delle iniziative promosse e patrocinate dall’ente Parco nazionale dell’Aspromonte.

All’incontro con la stampa hanno partecipato il presidente Leo Autelitano e il vicepresidente Antonino Gioffrè, insieme a Maria Teresa Marzano e Nino Cannatà, direttori artistici rispettivamente di “Gente in Aspromonte” e “Suoni in Aspromonte”, due degli eventi principali che accompagneranno la stagione estiva nell’area protetta. 

“La nostra impostazione si aggancia alla forza delle radici e delle cose – ha spiegato il presidente Leo Autelitano - noi non dobbiamo costruirli ma conoscerli, supportarli e valorizzarli. Gli attrattori che accompagniamo in questa stagione estiva sono esperienze che nascono dal basso, dal territorio, che arrivano dopo anni di studio e noi siamo chiamati sostenere queste buone esperienze”.

Il presidente Autelitano ha illustrato le iniziative previste, partendo dai concerti dell’Orchestra giovanile di fiati di Delianuova “una realtà ormai storica dell’Aspromonte, molto meritoria nel campo artistico che grazie al coinvolgimento dei giovani ha saputo affermarsi nel panorama nazionale”, fino al festival “Suoni in “Aspromonte” evento “sintesi di un lungo e rigoroso percorso di studi nella ricerca etnomusicale”. 

Spazio anche a “Gente in Aspromonte” che lo “scorso anno abbiamo inserito tra gli attrattori culturali e turistici del Parco”, una “manifestazione che torna alle origini delle nostre comunità – ha spiegato Autelitano-  vengono infatti riscoperti luoghi e ambienti che sembrano dimenticati. “L’evento portato avanti dai ragazzi dell’associazione Insieme per Africo che rappresentano la vera continuità del progetto per questa edizione si irrobustisce con cinque giornate di dialoghi, confronti e dibattiti”. E ancora i laboratori del gusto “appendice della strutturazione del paniere dei prodotti identitari, dove verrà esaltata la materia prima della nostra montagna in una chiave nuova con ricette moderne. Ci avvaliamo della collaborazione con l’università di scienze gastronomiche di Pollenzo, perché l’obiettivo è ricercare un accostamento enogastronomico tra la cucina degli chef e la materia prima del territorio, un percorso affascinante che andremo a misurare e sperimentare”. 

Il presidente del Parco ha anche annunciato che il 6 agosto, a Zomaro, verrà presentato il volume dedicato al “Geoparco Aspromonte”, una pubblicazione di grande qualità “tra lo scientifico e il divulgativo” che raccoglie “il materiale alla base della valutazione da parte dell’Unesco e gli elementi divulgativi e di promozione che riguardano il territorio”.

Nino Cannatà, direttore artistico di Suoni in Aspromonte ha descritto il festival che da luglio ad ottobre “contribuirà alla valorizzazione e promozione del territorio dell’Aspromonte e dei “suoni” della tradizione musicale, attraverso passeggiate escursionistiche negli anfiteatri naturali, intervallate da performance eseguite da gruppi musicali esclusivamente in acustica, privilegiando gli strumenti della tradizione. Un’iniziativa ecosostenibile che punta a coinvolgere, gli attori del territorio e coniugare la valorizzazione del patrimonio culturale, musicale, paesaggistico con la promozione delle tematiche legate al rispetto dell'ambiente e alla tutela del territorio”.

Maria Teresa Marzano, direttrice artistica di Gente in Aspromonte insieme allo scrittore Gioacchino Criaco, ha spiegato come “l’obiettivo di questa edizione sia quello di portare ad un livello nazionale la dimensione del nostro evento”, che si prefigura come “un pensatoio dove le persone a contatto con la natura potranno trovare il senso dell’essenzialità. La differenza vera di questa esperienza – ha concluso Marzano – la farà l’Aspromonte e la sua bellezza”.

Il vicepresidente dell’ente Antonino Gioffrè ha marcato la rilevanza “culturale e sociale degli eventi che mettono al centro di queste attività la nostra montagna. Il 10 agosto, inoltre, inaugureremo una nuova struttura del Parco, la porta d’accesso di San Giorgio Morgeto dove la sera ci sarà l’esibizione del “pianista fuori posto” che suonerà nel castello storico di uno dei borghi più affascinanti dell’Aspromonte”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco, ecco le iniziative per l'estate in Aspromonte

ReggioToday è in caricamento