rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Avanguardia / Polistena

Cure cardiache, Polistena tra i primi centri in Europa ad impiantare i biomonitor con intelligenza artificiale

Sarà possibile ridurre i rilevamenti di falsi positivi nel monitoraggio delle aritmie, garantendo la rilevazione di circa il 98 per cento degli episodi reali

Cure cardiache avanzate all’avanguardia all’U.o.c. di Cardiologia Utic e Cardiostimolazione del P.O. di Polistena, essendo tra i primi centri in Europa, per l’impianto di Biomonitor IV  (di quarta generazione), dotato di Smart Ecg che utilizza una nuova intelligenza artificiale che aiuta a ottimizzare i tempi di rilevazione, per concentrarsi sulla cura del paziente, consentendo di  effettuare una diagnosi di precisione dei disordini del ritmo cardiaco, al fine di praticare le terapie farmacologiche ed elettriche necessarie, con la massima accuratezza e competenza.

Il folto gruppo di esperti in elettrofisiologia e cardiostimolazione, che ha fatto diventare grande nei contenuti e nella qualità delle prestazioni erogate un piccolo ospedale di provincia, continua con rinnovato entusiasmo il percorso virtuoso intrapreso al servizio dei malati che necessitano di trattamenti salvavita tempo dipendenti.

I tre interventi sono stati effettuati, per la priva volta in Europa, tra il 2 e il 5 aprile, dall’equipe di elettrofisiologia e cardiostimolazione composta da: Vincenzo Amodeo, Daisy Luperon, Maria Concetta Giofrè, Girolamo Gioffrè, Girolamo Guerrisi (caposala e tecnico di sala operatoria), Adrian Naranjo, Sebastiano Quartuccio e Mario Spanò, per cui il centro ha ricevuto la certificazione di Competence dall’azienda produttrice.

Attraverso l’utilizzo di questa metodica, sarà possibile migliorare il monitoraggio delle aritmie cardiache e ridurre i rilevamenti di falsi positivi nella misura dell’86 per cento, garantendo la rilevazione di circa il 98 per cento degli episodi reali, tutto a vantaggio della diagnostica di precisione.

Il lavoro di squadra e la voglia di migliorarsi, grazie anche alla spinta e alla fiducia riposta dalla Direttrice dell’Asp Lucia Di furia e dell’intera direzione strategica, comincia a dare risultati incoraggianti., oltre che conferire all’ospedale un’immagine di centro di eccellenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cure cardiache, Polistena tra i primi centri in Europa ad impiantare i biomonitor con intelligenza artificiale

ReggioToday è in caricamento