rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca

Una vita tra professione, cultura e impegno sociale: premiato il dott Trapani Lombardo

Premio Panuccio al noto e amato medico reggino e già presidente della Fondazione Hospice Via delle Stelle. Iniziativa siglata dalla Fondazione Mediterranea e Lions Club Reggio Calabria Host

Un’affollata aula del dipartimento Digies dell’università Mediterranea ha fatto da sfondo e cornice alla sesta edizione del premio intitolato alla memoria del prof. avv. Vincenzo Panuccio. Ideato dalla Fondazione Mediterranea, di cui il prof. Vincenzo era presidente del Comitato scientifico, con il coinvolgimento del Lions Club Reggio Calabria Host, che lo aveva avuto come storico socio fin dal 1958, quest’anno il premio "lla professione, alla cultura, all’impegno sociale" è stato attribuito al dott. Vincenzo Trapani Lombardo: più che per il suo prestigioso curriculum professionale, che lo ha visto tra l’altro primario del reparto di ematologia del Grande ospedale metropolitano e direttore sanitario dello stesso, soprattutto per l’essere stato presidente della Fondazione Hospice Via delle Stelle, in un momento particolarmente travagliato dal punto di vista amministrativo ed economico della vita della struttura reggina con sede al rione Modena.

Punto certo di riferimento per tante famiglie travagliate dalla presenza al loro interno di familiari affetti da patologia oncologica in fase terminale, l’Hospice reggino assicura ai malati un’assistenza qualificata e di alto livello nell’ambito delle cure palliative, così da assicurare loro il diritto a mantenere l’umana dignità anche nei momenti più duri ovvero quando il male ferocemente azzanna il fisico del degente senza dare alcuna prospettiva di risoluzione della patologia tumorale. 

Come si legge in una nota della fondazione, dopo i saluti del prof. Daniele Cananzi, direttore del Dipartimento Digies, ha preso la parola il dr. Vincenzo Vitale, presidente della Fondazione Mediterranea, per illustrare la struttura e la finalità del Premio nonché per condurre la manifestazione, che come primo intervento ha registrato quello di Wanda Albanese De Leo, presidente del Lions Club Reggio Calabria Host, che ha ricordato la figura del prof. Vincenzo come socio storico del club oltre che porre alcune considerazioni sulla scelta del premiato.

A seguire la figura del dr. Vincenzo Trapani Lombardo, e della sua azione a tutela dei diritti dei malati terminali, è stata tratteggiata dal presidente del Premio, prof. avv. Franca Panuccio, con precisione non esente da influssi affettivi.

L’assenza per motivi, non gravi comunque, di salute del dr. Rubens Curia, che con la sua relazione avrebbe dovuto entrare nel merito di tutto quanto il Premiato ha fatto per sostenere l’Hospice reggino, ha costretto il conduttore dr. Vitale a supplire all’assenza. Questi nel suo intervento ha posto l’accenno sul tema dei diritti del malato terminale: di essere seguito con precisione ed efficacia con le cure palliative; di poter uscire dalla vita come “da una stanza piena di fumo”, usando l’espressione di Immanuel Kant. Vitale ha sottolineato, nel parlare di qualità di vita e di qualità di morte, come sia proprio l’efficacia delle cure palliative a far vivere al malato terminale il diritto a un’uscita anticipata dalla vita non come necessità ma come scelta. 

Il primo degli interventi programmati avrebbe dovuto essere quello del dr. Eduardo Lamberti Castronuovo, da poco presidente del Comitato scientifico della Fondazione Mediterranea, carica ricoperta prima di lui dal prof. Vincenzo, dal dr. Antonino Monorchio e dall’avv. Armando Veneto.

Assente per dover presenziare, nella qualità di rappresentante del Mic nel Cda del Conservatorio,  all’inaugurazione dell’orchestra di fiati, viene letto da Vitale un suo messaggio. A seguire gli interventi di: dr. Raffaello Abenavoli, segretario della Fondazione Mediterranea; dott.ssa Rosa Maria Perrone, segretaria del Lions Club Reggio Calabria Host; dott. Domenico Praticò e dott. Sandro Borruto, rispettivamente presidente della Zona I e della Circoscrizione I; dr. Giuseppe Naim, II vicegovernatore distrettuale Lions.

La presidente del premio, Franca Panuccio, riassunto il senso degli interventi, insieme a Wanda Albanese De Leo e a Vincenzo Vitale, ha consegnato la targa a Vincenzo Trapani Lombardo, che ha concluso la manifestazione con sentite parole di ringraziamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una vita tra professione, cultura e impegno sociale: premiato il dott Trapani Lombardo

ReggioToday è in caricamento