rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Un anno senza il grande Giacomo Battaglia, il suo ricordo è vivo nel cuore della città

I messaggi dell'amico fraterno Gigi Miseferi e del sindaco Giuseppe Falcomatà. Alle 18 l'invito per tutti i reggini è di rivolgere una preghiera per Giacomo

Rimarrà per sempre nei cuori di chi gli ha voluto bene, di chi lo ha conosciuto e apprezzato sul palcoscenico e nella vita. Sarà sempre presente nella memoria dei reggini e di quanti sono stati accarezzati dalla sua sensibilità e dal suo sorriso.

E' trascorso un anno dalla scomparsa dell'indimenticato Giacomo Battaglia. L'attore, appassionato della Reggina e con la Madonna della Consolazione nell'anima, si è spento a 54 anni, dopo aver lottato, come un leone, contro il destino beffardo che lo ha strappato ai suo cari.

Il ricordo è indelebile e vivo, in particolar modo nel cuore di Gigi Miseferi, amico fraterno, che lo ha accompagnato nella professione e nella vita.

"Carissimo Giacomo, - scrive Miseferi su Facebook - oggi è esattamente un anno che sei partito per la "Tournée celeste"! Ma lo hai fatto come era nel tuo stile. Da vero gentleman che annuncia sempre il proprio arrivo, allo stesso modo, per 274 giorni ci hai preparato, per annunciarci la tua "partenza". Ma non sono bastati e non ci sarà un numero sufficiente di giorni per farcene una ragione!

E in tutte le ore che riempivano invano quei giorni vuoti, siamo rimasti sempre lì, attorno a Te, a guardarci attoniti, persi l'uno nello sguardo dell'altro, a cercare conforto nell'espressione di chi ci stava accanto, alla ricerca di una speranza che invece scivolava via, lavata dalle nostre consapevoli lacrime, in un vortice di Camici bianchi, voci, rumori, suoni, odori, luci fredde di stanze e interminabili corridoi". 

E ancora: "Oltre trent'anni vissuti insieme sul Palcoscenico e nella Vita non si "disperdono" ed è per questo che la mia, sarà sempre declinata al plurale, impegnandomi a tenere vivo il tuo ricordo". 

Una preghiera per Giacomo

Miseferi rivolge poi un appello: "Mi permetto di chiedervi perciò, amiche e amici qualora vi fosse possibile, se oggi 1 aprile, ad un anno dalla sua scomparsa, alle ore 18, voleste unirvi in preghiera o con un semplice Pensiero a me e la sua Famiglia, poiché non ci è possibile far celebrare una Santa Messa, in quanto è impedito dalle attuali disposizioni del Dpcm.

E così grazie a qualche istante di raccoglimento dedicatogli da ognuno di voi, ci sentiremmo idealmente circondati dal calore delle nostre amicizie e del pubblico che lo ha sempre stimato e applaudito. Vi ringrazio di cuore anticipatamente e i ringrazio anche per l'affetto che ci avete sempre dimostrato".

Il ricordo del sindaco

Anche il sindaco durante il consueto appuntamento con la città per gli aggiornamenti sul coronavirus, ha ricordato Giacomo Battaglia: 

"Uno strano scherzo del destino che ha comportato la scomparsa di un caro amico e di un illustre concittadino Giacomo Battaglia. Nel primo anniversario della sua scomparsa mi sembra importante ricordarlo, stretto al dolore della sorella, del nipote.

Ribadire che la nostra città non lo ha dimenticato e non lo dimentichera mai. Tra le frasi piu conosciute è molto appropriata ci invitava all'ottimismo, al coraggio alla speranza e ci invitava al futuro "Chi non ride è fuori moda". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno senza il grande Giacomo Battaglia, il suo ricordo è vivo nel cuore della città

ReggioToday è in caricamento