Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca Riace

Processo Xenia, Riace si stringe attorno a Mimmo Lucano

Sono arrivati da tutt'Italia per manifestare solidarietà all'ex sindaco condannato, in primo grado, a tredici anni e due mesi per presunti illeciti nella gestione dei migranti

Si sono dati appuntamenti nell'anfiteatro di Riace, al Villaggio Globale, per manifestare solidarietà a Mimmo Lucano, subito dopo la lettura della dura sentenza del tribunale di Locri che lo ha condannato a 13 anni e due mesi sui presunti illeciti nella gestione dei migranti.

Un appuntamento, quello di oggi, che è nato sui social, lanciato dalla giornalista  Tiziana Barillà e sostenuto da tanti. “Noi vogliamo ribadire – scrive Barillà - che non ci fermeremo e che la nostra lotta va avanti in nome della solidarietà e della giustizia. Ora più che mai è necessario manifestare il proprio dissenso nei confronti di questa assurda sentenza e portare solidarietà a Mimmo Lucano, un uomo che ha cercato e praticato il riscatto degli ultimi e della sua terra”. 

Così mentre nell'anfiteatro colorato si riempie, la solidarietà arriva da Modena, Reggio Emilia, Firenze, Viareggio ed ancora Napoli, Genova, Lecce, Siracusa e tante altre città italiane che hanno deciso di scendere in piazza per stare vicino a Mimmo Lucano.

E qui nel piccolo borgo non poteva non arrivare anche Luigi de Magistris, candidato a governatore della Calabria. Si abbracciano Mimmo e Luigi, si stringono forte, c'è l'affetto, la stima, la vicinanza in quell'abbraccio e la platea applaude. C'è lucano-de magistris-2emozione forte, Mimmo Lucano non è solo ma è distrutto dalla sentenza. L'ex sindaco di Riace è capolista di 'Un'altra Calabria è possibile' nelle tre circoscrizioni della regione a sostegno dell'ex Pm. 

Luigi de Magistris dice: “Sono sempre più orgoglioso di camminare accanto a Mimmo, che non deve mollare. La nostra vittoria sarà ancora più certa, da lunedì la Calabria passerà dal ricatto al riscatto".

"Rifarei tutto quello che ho fatto", dice Mimmo Lucano, "ma ciò che mi fa più male è il fatto che la gente possa avere dei dubbi su di me. Io non ho fatto tutto questo per un secondo fine.
Dopo ieri credo nella giustizia, non nella illegalità ma nella giustizia sì". E' stanco Lucano e trattiene a stento la forte emozione, poi la musica scioglie la tensione e lo spettacolo "Riace Social Blues", realizzato dal giornalista Enrico Fierro e da Cosimo Damiano Damato, con incursioni musicali afro-blues di Baba e Djana Sissoko, allietano i tanti arrivati da ogni dove.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Xenia, Riace si stringe attorno a Mimmo Lucano

ReggioToday è in caricamento