rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Il report

Violenza sulle donne, i numeri della polizia: maltrattamenti in aumento

Il questore Bruno Megale dal 2021 ad oggi ha messo sedici ammonimenti per atti persecutori e quarantanove per maltrattamenti in famiglia

Oggi, 25 novembre, ricorre la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, un fenomeno criminologico e culturale che soltanto nel 2022 vede, ogni giorno, una media di 86 vittime di maltrattamenti, violenze sessuali o stalking, che coinvolge un numero di donne quattro volte superiore a quello degli uomini e verso il quale la Polizia di Stato rivolge una costante attenzione.

Dal 2021 ad oggi, la questura di Reggio Calabria ha emesso, nei confronti dei responsabili di condotte violente, sedici ammonimenti per atti persecutori e quarantanove per maltrattamenti in famiglia, registrando in quest’ultimo caso un aumento superiore al 50% rispetto all’anno scorso.

Dal 2020 ad oggi, in Italia, su 7500 soggetti a cui è stato notificato il provvedimento, solo uno di questi si è poi reso autore di femminicidio.

Tra le iniziative promosse in occasione della ricorrenza, la questura di Reggio Calabria ha deciso di stare vicino ai giovani organizzando nella giornata di ieri un incontro con gli studenti della scuola media dell’Istituto comprensivo statale “Giuseppe Moscato”, ed un incontro presso il Liceo artistico “Preti-Frangipane” oggi, al quale hanno partecipato i ragazzi degli ultimi anni del liceo ed i rappresentanti di alcuni dei principali centri antiviolenza del territorio.

Stesse attività si stanno svolgendo nell’intera provincia reggina, ove le donne e gli uomini della Polizia di Stato hanno incontrato gli alunni degli istituti scolastici ed i rappresentanti della collettività nei territori.

Nel ribadire la costante attenzione della polizia sul fenomeno, si ricordano i contatti a cui rivolgersi, anche per semplici segnalazioni, ovvero il 112 - Numero unico europeo, il 1522 - Numero gratuito di aiuto,  lo 0965/411530 - Ufficio minori e vittime vulnerabili della polizia anticrimine di Reggio Calabria, nonché l’app della polizia “YouPol”, attraverso la quale è possibile chattare, anche in modo anonimo, con la Sala operativa della questura per segnalare situazioni di disagi, oltre che trasmettere messaggi ed immagini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sulle donne, i numeri della polizia: maltrattamenti in aumento

ReggioToday è in caricamento