Questura, l'omaggio del Consiglio regionale ai poliziotti Rotta e Domenego uccisi a Trieste

Il presidente Nicola Irto, accolto dal questore Maurizio Vallone, accompagnato dai consiglieri Ennio Morrone e Domenico Battaglia, ha deposto un fascio di fiori al monumento ai Caduti

L'omaggio del presidente Irto

Doveroso omaggio del Consiglio regionale della Calabria alla Polizia di Stato, dopo la tragica uccisione, avvenuta a Trieste, degli agenti Pierluigi Rotta e Matteo Domenego.

Questa mattina, il presidente dell'Assemblea legislativa Nicola Irto, accolto dal questore Maurizio Vallone, ha deposto un fascio di fiori dinanzi al monumento ai Caduti, all'interno degli uffici della Questura. Durante la visita, il presidente è stato accompagnato in delegazione dai consiglieri Ennio Morrone e Domenico Battaglia.

"Abbiamo avvertito il dovere di testimoniare personalmente la nostra vicinanza alla polizia, onorando la memoria dei due agenti caduti nel capoluogo giuliano e, al contempo, esprimendo la gratitudine per quanto le donne e gli uomini dello Stato fanno quotidianamente, al fine di garantire la sicurezza dei cittadini specie in un territorio come il nostro", ha affermato il presidente Irto che ha concluso: "Ho ringraziato il questore Vallone perché il lavoro e la presenza delle forze dell'ordine stanno restituendo fiducia nello Stato ai cittadini, attraverso un'azione virtuosa che coniuga l'impegno repressivo dei fenomeni criminali con la diffusione della cultura della legalità".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bologna, partita di calcio finisce in rissa: arrestati tre reggini e due catanzaresi

  • Il gelatiere Marcianò e sua maestà il bergamotto vincitori assoluti della MAG Gelato Challenge

  • Niente cure dall'Asp per bimbo autistico, la madre: "Mi vergogno di essere calabrese"

  • Festa al Castello Aragonese, a Palazzo San Giorgio arrivano i carabinieri

  • Incidente sul raccordo autostradale, coinvolte due auto: traffico paralizzato

  • Carcere di Arghillà, sei ispettori per quasi 400 detenuti: la denuncia di Uilpa

Torna su
ReggioToday è in caricamento