rotate-mobile
Il messaggio

Gli auguri di Falcomatà ai reggini: "Portiamo lo spirito del Natale dove c’è maggiore sofferenza"

Il primo cittadino posta sui social il suo messaggio con sullo sfondo una foto del Grande ospedale metropolitano dove si trova ricoverata la mamma Rosetta

“Mi verrebbe da dire che dicembre è un mese che va cancellato dal calendario. Ma un figlio, un papà, un sindaco, non può dirlo. E non deve pensarlo. Perché, nonostante tutto, dicembre è il mese del Natale, della luce, della nascita di Gesù. E quindi dobbiamo sforzarci".

Uno dei reparti del Grande ospedale metropolitano, dove si trova ricoverata la mamma Rosetta per un problema di salute intercorso negli ultimi giorni, fa da sfondo al post social con il quale il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, si rivolge ai suoi concittadini nel giorno di Natale.

“Dobbiamo sforzarci di vivere e portare lo spirito del Natale - prosegue Falcomatà che a dicembre del 2001 perse il padre Italo per una leucemia incurabile - soprattutto lì dove c’è maggiore sofferenza. Che sia un reparto di ospedale, che sia una casa dove vivono persone sole, che siano quei luoghi dove, purtroppo, non abita la pace”. 

Per il sindaco di Reggio Calabria questi sono: “Luoghi in cui serve del coraggio anche per aver paura. Luoghi che ti ricordano quanto nessuno possa pensare di godere del privilegio di avere una coscienza pulita. Perché, in fondo, anche il Natale è un luogo”. 

“Un luogo dell’anima - conclude Giuseppe Falcomatà - in cui ripararsi da quelle sofferenze; una scatola che isola e protegge e va messa lì, sul cuore, per trovare rifugio quando fuori piove. Tutto il resto sono fesserie. Buon Natale, Reggio. Da uno di quei luoghi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli auguri di Falcomatà ai reggini: "Portiamo lo spirito del Natale dove c’è maggiore sofferenza"

ReggioToday è in caricamento