rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
La polemica

Ponte Stretto, Furgiuele contro don Ciotti: "Offende i meridionali"

Il deputato della Lega commenta negativamente le parole del fondatore di Libera che, parlando dell'infrastruttura, ha detto che "unirà due cosche"

"Don Ciotti parlando di Ponte che unirà due cosche e non solo due coste vorrebbe attaccare l'opera voluta dal vicepremier e ministro Matteo Salvini, ma, nella realtà, offende tutti i meridionali dando loro, implicitamente, dei criminali fino a prova contraria". E' il deputato calabrese della Lega, Domenico Furgiuele ad affondare il colpo contro il fondatore di Libera.

Per Furgiuele: "Serve una nuova narrazione: i cittadini del Sud sono stanchi di quel vecchio stereotipo offensivo, usurato da una certa politica militante, che li vorrebbe tutti mafiosi fino a prova contraria. La stragrande maggioranza, invece, è fatta di brave persone che non vogliono essere soggiogate dalla minoranza del malaffare".

"E non ci risulta che la malavita - prosegue il deputato della Lega - sia stata sconfitta con le tanto variopinte marce della sinistra. Così come non saranno le polemiche ad hoc e gli insulti del presidente di Libera a bloccare il futuro del Sud Italia. I giovani non torneranno in Calabria e Sicilia con le dispute sul nulla, ma con azioni concrete e investimenti reali sul territorio".

"Il Mezzogiorno - conclude Domenico Furgiuele - è prima di tutto natura, storia e cultura. La Lega sarà sempre per la sua valorizzazione e il suo progresso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Stretto, Furgiuele contro don Ciotti: "Offende i meridionali"

ReggioToday è in caricamento