rotate-mobile
Cronaca

Rissa sul lungomare, individuati i protagonisti: emessi nove Daspo urbani

I ragazzi, fra cui due minorenni, non potranno avere accesso al centro cittadino

Per la violenta rissa sul lungomare Falcomatà il questore di Reggio Calabria, Bruno Megale, ha emesso nove divieti di accesso ai centri urbani. La misura del cosiddetto Daspo urbano è stato applicato nei confronti di di altrettanti giovani, due di essi ancora minorenni, autori della brutale aggressione avvenuta nella notte del 31 luglio ai danni di un ragazzo, accerchiato e ripetutamente colpito con calci, pugni e persino con un casco.

La vittima, a seguito dello spropositato pestaggio, è stata costretta a ricorrere a cure mediche presso il Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria, riportando lesioni in tutto il corpo.

"Con i provvedimenti - spiegano dalla Questura - è stato vietato ai giovani l’accesso all’interno dei locali per la vendita e somministrazione di alimenti e bevande nonché nei pubblici esercizi insistenti su tutto il Lungomare Falcomatà di questo centro e di stazionarci nelle immediate vicinanze, per periodi che vanno da sei mesi a due anni (in base alla gravità delle azioni messe in atto dai responsabili). L’individuazione dei soggetti è stata possibile grazie alla minuziosa ricostruzione delle varie fasi della feroce aggressione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa sul lungomare, individuati i protagonisti: emessi nove Daspo urbani

ReggioToday è in caricamento