rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Palazzo San Giorgio

Salute mentale, La Strada e Altea chiedono interventi

Mancano servizi fondamentali per la diagnosi, la terapia e la riabilitazione dei pazienti psichiatrici o in doppia diagnosi

Arriva a Palazzo San Giogio il grido d'allarme delle famiglie e delle persone sofferenti disagio psichico. Questa volta è l'organizzazione di volontariato Altea insieme al movimento La Strada a porre l'attenzione sulla cura della salute mentale che deve essere prioritaria per la nostra comunità durante una conferenza stampa.

Paolo Morabito di Altea ha sottolineato come nell’ambito dell’Asp di Reggio Calabria manchino servizi fondamentali per la diagnosi, la terapia e la riabilitazione dei pazienti psichiatrici o in doppia diagnosi. 

Gravissime la carenza di strutture evidenziata da Altea: mancano i cinque centri diurni semiresidenziali previsti per il nostro territorio, mentre per le strutture residenziali vi è un deficit di circa 50 posti letto. 

Non esistono comunità terapeutiche a doppia diagnosi e, nei casi di doppia diagnosi in acuzie, è particolarmente difficile procedere ai ricoveri ospedalieri. Vi è, dunque, una carenza diffusa in merito alle strutture terapeutiche e riabilitative. 

La Strada si impegnerà a diffondere in tutte le sedi opportune questa richiesta di aiuto, perché venga aperto un tavolo di confronto con il Dipartimento di Salute mentale e convocata la Consulta dipartimentale. L’attenzione alle persone sofferenti per disagio psichico e alle loro famiglie e la cura della salute mentale devono essere prioritarie per la nostra comunità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute mentale, La Strada e Altea chiedono interventi

ReggioToday è in caricamento