rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Siderno

Siderno, in tanti con Goel per dire no alla chiusura delle comunità psichiatriche

Associazioni ed enti del terzo settore solidali con il consorzio per chiedere all'amministrazione comunale di rinnovare il contratto di comodato

Il consorzio Goel ha lanciato l'appello affinché non si chiudano le comunità psichiatriche Davide e Maria Chiara di Siderno. È stata concessa una proroga tecnica per sgomberare i locali sdi via P. Brugnano  e riconsegnare le chiavi dell’immobili e sta per scadere. Il termine è infatti fissato per 29 ottobre e Goel sperava si "aprisse un tavolo di trattativa con il Comune al fine di garantire la continuità di questo servizio sanitario pubblico, ma non siamo stati più convocati e abbiamo inutilmente provato a organizzare incontri su questo argomento. Ma non è tutto. Bisogna evidenziare contestualmente anche altri due fatti molto gravi".

In questa battaglia però il consorzio Goel non è solo. Da quando infatti ha lanciato l'appello tanti sono stati i messaggi di sostegno e le attestazioni di solidarietà ricevute. C'è l'associazione Il mulino, la comunità Progetto Sud di Lamezia Terme ancora la Confcooperative Calabria e  la Comunità di Accoglienza aderenti al Cnca Calabria e il Forum del Terzo Settore Calabria tutti chiedono che: "Gli enti locali non possono non essere in prima linea nella difesa dei servizi pubblici e, pertanto, non dovrebbero determinare la loro chiusura o interruzione. Confidiamo che prevalga il buonsenso e che, pertanto, si scelga di salvaguardare il sistema dei servizi sociali e sanitari della Calabria, già fragile e precario, non contribuendo così al suo disfacimento".

L'invito è stato rivolto all'amministrazione comunale di Siderno affinché il contratto di comodato sottoscritto con il gruppo venga rinnovato, come previsto dal contratto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siderno, in tanti con Goel per dire no alla chiusura delle comunità psichiatriche

ReggioToday è in caricamento