rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
L'iniziativa / Villa San Giovanni

Gli scout di Villa San Giovanni celebrano la Giornata del pensiero

I gruppi Agesci e le comunità Masci nei giorni scorsi, hanno promosso una serie di attività, patrocinate dal Comune e rivolte ai soci e all’intera comunità villese

In occasione della Giornata mondiale del pensiero, una giornata di amicizia internazionale, festeggiata dal 1926,
in onore di Lord Baden Powell, fondatore del movimento scout, i gruppi Agesci e le comunità Masci Villa San
Giovanni 1 e 2, nei giorni 2 e 3 marzo, hanno promosso una serie di attività, patrocinate dal Comune di Villa
San Giovanni, rivolte ai soci e all’intera comunità villese, al fine di scuotere le coscienze e promuovere la
formazione di donne e uomini non violenti che:

  • abbiano fiducia in sé e negli altri, che sappiano intervenire in modo creativo e personale nella realtà che li circonda, per accrescerne l’umanità;
  • si impegnino a risolvere attivamente i conflitti senza violenza e prevaricazione.

Filo conduttore delle due giornate è stato il quarto punto della legge scout: “Sono amici di tutti e fratelli di
ogni altra guida e scout”. I gruppi scout hanno operato all’interno del territorio villese divenendo così artigiani di pace e testimoni credibili di un modo alternativo di vivere il bene ogni giorno a favore dell’intera collettività.

Piazza Valsesia è stata eletta quale fulcro centrale attorno al quale sono ruotate tutte le attività, per ridarle l’antico valore di luogo che accoglie e che aggrega e per contrastare ogni forma di uso abietto della stessa. L’apertura delle giornate è avvenuta con la cerimonia dell’alzabandiera: le 4 bandiere issate svettavano sulla costruzione del “Ponte di Leonardo”, simbolo di unione e di relazioni tra i gruppi e con la cittadinanza.

Molteplici le attività proposte: animazione e giochi per tutte le fasce d’età, missioni ed esperienze di servizio
cittadine, momenti di condivisione e confronto, la celebrazione eucaristica, la marcia della pace e il rinnovo
della promessa scout. Al termine, la cerimonia dell’ammainabandiera.

Tutte le attività sono state diffusamente seguite condividendone gli intenti e le finalità, la marcia a favore della
pace ha coinvolto diverse centinaia di persone, le voci gioiose e festanti dei ragazzi hanno animato le vie
cittadine fin dalle primissime ore della mattinata di domenica.

Alla manifestazione ha aderito, altresì, l’istituto professionale alberghiero turistico G. Trecroci della città, guidato dalla dirigente, prof.ssa Enza Loiero, sostenendo gli obiettivi delle giornate e organizzando uno stand degustativo gestito con professionalità dagli studenti, con la supervisione dei docenti preposti.

Le due comunità Agesci al termine delle attività si sono scambiate un albero di ulivo, simbolo di pace, come segno tangibile che ogni relazione umana non può prescindere dalla “cura” e dall’aver a cuore l’altro. Il consueto “penny”, ovvero un piccolo contributo economico che ha l’obiettivo aiutare lo sviluppo del movimento scout nel mondo, sarà devoluto al Wosm – emergency fund, per sostenere gli sforzi degli scout alle operazioni di soccorso in seguito a terremoti, tifoni e catastrofi provocate dall'uomo, come anche la guerra. I gruppi scout ringraziano "le associazioni che hanno partecipato con gioia e rinnovata condivisione di intenti a favore del bene comune e della pace".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli scout di Villa San Giovanni celebrano la Giornata del pensiero

ReggioToday è in caricamento