rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
La polemica / Villa San Giovanni

L'affondo del consigliere De Marco: "Dal sindaco un ponte di incoerenza"

Affondo dell'opposizione contro il sindaco e la sua giunta sul comportamento tenuto sulla vicenda dell'attraversamento stabile dello Stretto

“Lo abbiamo detto più e più volte rischiando di essere ripetitivi o addirittura logorroici, ma quanto avvenuto in questo fine settimana è la dimostrazione plastica e concreta di un vero ponte di incoerenza politica che l’amministrazione Caminiti, nel suo insieme sta dimostrando“. Lo si legge in una nota stampa del Consigliere Comunale di Villa San Giovanni, Domenico De Marco.

“Il sindaco Caminiti con la sua maggioranza, quasi al completo - scrive il consigliere - anche con quella parte considerevole di consiglieri comunali che da sempre hanno dimostrato all’interno del proprio mondo associazionistico, una visione favorevole al ponte, presenti in truppa e massa alla manifestazione oltre il ponte organizzata dal Movimento 5 Stelle nella nostra città".

"Non è più sostenibile - affonda De Marco - una situazione di palese ipocrisia e così poco chiara perché la Città ha assolutamente il diritto di sapere che l'amministrazione comunale tratti il tema ponte con una posizione politica di reale tutela dei cittadini che aspettano i giusti chiarimenti e le informazioni, altro che attendiamo le carte (in un palese attendismo che giova solo alle ambizioni del Sindaco). Tutto ciò in particolare per chi sarà oggetto di esproprio, e quali tutele reali per i cittadini, piuttosto che essere strumentalmente utilizzati come tema non di confronto ma di vero terrorismo psicologico".

"E nel mentre da un lato l’incoerenza politica del sindaco e della sua squadra appare assolutamente evidente anche ai più scettici, continua l’impegno profuso dal governo nazionale - dice il consigliere comunale - in modo particolare dall’onorevole Cannizzaro che in queste ore ha ufficializzato quanto aveva chiesto all’onorevole Tajani nell’incontro di luglio, ovvero ospitare l’importante forum intergovernativo sul commercio internazionale che si terrà nella nostra Città, come obiettivo di valorizzazione di un territorio, come quello villese, attenzionato a livello nazionale in considerazione della realizzazione della grande opera".

"E per quanto suddetto - si chiede - una maggioranza che si apre al confronto con il territorio e che incontra la cittadinanza per affrontare le problematiche anche di ordinaria amministrazione, perché non apre un dibattito in Città circa la reale posizione del territorio in merito all’opera ponte? Perché si assume la paternità di queste posizioni sempre più ambigue e poco chiare e non ascolta la città anche su questo?".

"Così si rischia di non andare dalla parte della giusta tutela dei cittadini disorientati da questa continuo vaneggiamento - conclude - probabilmente voluto o imposto, dell’Amministrazione del no, poi del ni e forse del si al ponte, in un momento in cui l’unitarietà di intenti ed obiettivi di valorizzazione del territorio sarebbe la strada migliore e quella più auspicabile nell’ambito di ogni schieramento politico di governo e di opposizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'affondo del consigliere De Marco: "Dal sindaco un ponte di incoerenza"

ReggioToday è in caricamento