rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
L'affondo

Indennità agli amministratori, circoli FdI: "Siamo su “scherzi a parte” oppure no"

L'intervento dei presidenti dei circoli cittadini di Fratelli d'Italia

"Leggendo sui giornali locali le ultime dichiarazioni della maggioranza che amministra Palazzo S. Giorgio verrebbe spontaneo domandarsi se siamo su “scherzi a parte” oppure no. Evidentemente si tratta di personaggi che, stando chiusi all’interno del Palazzo, non hanno il polso della situazione che vive la città quotidianamente".

E' quanto sostengono i presidenti dei Circoli cittadini di FdI, Marcello Altomonte “Reghion 2019”, Giuseppe Crea “Giorgia Meloni”, Saverio Laganà “Antonio e Ciccio Franco”, Valerio Nucera “Ciccarello”, Giuseppe Quattrone “Eracle” e Beniamino Scarfone “Atreju”.

"È risaputo ormai, avendolo più volte letto sui quotidiani locali, - continua la nota - che gli amministratori delle due consiliature Falcomatà sono stati decimati dai procedimenti giudiziari per varie condanne ed eventuali sospensioni relativi ad alcuni processi ancora in corso e ad altri previsti.

È ormai risaputo che la propaganda propinataci dal Pd, che falsa completamente la realtà delle cose, sia l’unica arma di distrazione, pur di mantenere il potere in barba a qualsivoglia forma di onestà intellettuale. Prova ne sia la notizia sulla Gazzetta di ieri 10 gennaio di circa 327 mila euro erogati dal Viminale come prima tranche dei fondi inseriti nell’articolo 1, commi da 583 a 587, della legge 234/2021 e che diventeranno 100 milioni per l’anno 2022, 150 milioni per l’anno 2023 e di 220 milioni per l’anno 2024.

Per essere più espliciti le indennità che riceveranno gli amministratori: 13.800,00 euro per il sindaco della Città metropolitana, 10.800,00 euro al vice sindaco, 10.000,00 euro al sindaco f.f., mentre per gli assessori ed il presidente del Consiglio comunale spetteranno circa 9.000,00 euro. I consiglieri si dovranno accontentare di appena 1.800,00 euro mensili".

Per i presidenti dei circoli cittadini di Fratelli d'Italia: "Anche qui la domanda nasce spontanea: pensano i reggini che con queste prospettive qualcuno si dimetterà? No. Non lo faranno mai. Il piatto è troppo ricco. A meno che, in tempi ristretti, non si verificheranno eventi ai quali nessuno potrà esimersi dal lasciare la poltrona. C’è, però, da chiedersi: cosa avrebbe fatto il PD e tutto il centrosinistra se fosse stato condannato il sindaco di FdI e/o di centrodestra? Cosa avrebbe fatto il Pd ed il centrosinistra se il capogruppo di FdI e/o di centrodestra fosse stato accusato di “Brogli elettorali”?".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indennità agli amministratori, circoli FdI: "Siamo su “scherzi a parte” oppure no"

ReggioToday è in caricamento