rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
L'intervento

Fillea Cgil, allarme in Calabria sugli ultimi dati sui trasporti: "Gap sempre più grave con il Nord"

Il segretario generale calabrese Simone Celebre analizza gli studi Svimez e Pendolaria 2023 e chiede interventi immediati

Preoccupazione per il livello infrastrutturale della Calabria anche in base allo studio realizzato da Svimez e Conftrasporto e dal Rapporto Pendolaria 2023 di Legambiente, è stata espressa da Simone Celebre, segretario generale Fillea Cgil Calabria.

Scrive Celebre: "Stante a quanto si attesta nel rapporto dell’osservatorio di Conftrasporto Confcommercio Trasporti presentato all’ottavo forum, assieme allo studio Svimez, risulta che la nostra regione ha perso ben 5 posizioni rispetto a quattro anni fa nei confronti delle regioni europee. Il gap infrastrutturale, quindi, diventa sempre più grave ed è un dato che assolutamente non può passare inosservato perché l’indice di competitività delle regioni europee misura l’accessibilità alle infrastrutture, la capacità di ridurre le distanze effettive per spostamenti di persone e merci piuttosto che la pura dotazione”.

Spiega il segretario generale Fillea, i dati mettono in luce ancora di più il divario tra Sud, con un difetto strutturale di connessioni, e il nord Italia, con un alto indice di saturazione, soprattutto in relazione ai valichi. Afferma Simone Celebre: "Non è più accettabile, avere un'autostrada come l’A2 Salerno Reggio Calabria, che, fin dalla sua inaugurazione, è in continua manutenzione. Così come non è possibile continuare ad accettare la statale 106 jonica Taranto Reggio che continua a essere 'strada della morte' e il cui tracciato, a sud di Sibari, è una vera e propria mulattiera".

Catastrofica è poi la situazione ferroviaria: "Il quadro che fotografano gli studi sulle infrastrutture redatti dalla Svimez e il rapporto Pendolaria 2023 di Legambiente è veramente desolante. Svimez certifica nel Mezzogiorno, oltre a una scarsa presenza dell’alta velocità, solo il 58% della rete elettrificata e solo il 31,7% della rete a doppio binario. Secondo Pendolaria, il 70% dei 965 chilometri della rete ferrata calabrese è a binario unico e quasi la metà dell’intera rete non è elettrificata, mentre l’alta velocità per l’intera tratta jonica è una vera e propria chimera".

Alla luce di questi dati, da Fillea Cgil Calabria si chiede un intervento immediato per rendere l’A2 un'autostrada sicura e al passo con i tempi, completare l’ammodernamento dell’intera statale jonica 106 e rendere la rete ferroviaria e in special modo la tratta jonica, competitiva con quella dell’intero paese.

Catanzaro, lì 06 dicembre 2023                                 Simone Celebre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fillea Cgil, allarme in Calabria sugli ultimi dati sui trasporti: "Gap sempre più grave con il Nord"

ReggioToday è in caricamento